seprator

OSTEOID: il primo guanto a ultrasuoni che guarisce le fratture delle ossa

seprator

Speciale (finalmente gratis e legale)


Novit filmlegali.xyz vedi tutto gratis
OSTEOID: il primo guanto a ultrasuoni che guarisce le fratture delle ossa




osteoid2

Notizie di MEDICINA E SALUTE. Si chiama Osteoid, il primo guanto-tutore realizzato con una stampante 3D che vuole sostituire il gesso nelle fratture ossa.

La Medicina ha fatto davvero un passo in avanti grazie a questa nuova sorprendente invenzione. Si tratta di un semplice guanto tutore destinato in futuro, a sostituire il vecchio gesso. Il prototipo di questa straordinaria invenzione che ha vinto il premio dell'A-design Award & Competition, è stato ideato e progettato dopo quattro mesi di studio in Turchia da un giovane designer locale, Denis Karasahin, premiato per essersi imbattuto in un accessorio sanitario esclusivo in termini di tecnologia, funzionalità e design.
osteoid
Osteoid è un tutore-custodia stampato in 3D a misura di paziente, che collegato a un generatore LIPUS ad ultrasuoni a bassa intensità, è in grado di accorciare i tempi di saldatura dell'osso rotto fino all'80%. La sfida dell'inventore è stata quella di costruire un meccanismo protettivo della parte offesa, senza che l'innesto del generatore a ultrasuoni risultasse invasivo o comunque scomodo nei movimenti. Inoltre, novità assoluta, Osteoid permette non solo la ventilazione dell'arto offeso, evitando la trasudazione della cute e dunque il formarsi di cattivo odore; ma il paziente potrà muoversi con più libertà (è leggerissimo) e il contatto accidentale con l'acqua non resterà più un problema. L'elegante design, assicura poi un look fresco e di tendenza più piacevole alla vista, rispetto alle ingombranti protesi in gesso a cui siamo abituati a vedere.
Osteoid3
Ma come funziona OSTEOID? Prima di tutto occorre creare il guanto personalizzato del paziente, sfruttando la tecnologia 3d al computer: dopo aver effettuato una scannerizzazione laser della parte da saldare, i dati vengono elaborati da un software che, in base al tipo di situazione clinica, stampa l'apposita guaina da inserire - in questo caso - sopra l'avambraccio del paziente, calcolando peso,  densità e dove fissare il doppio attacco per il generatore LIPUS. Il guanto, riprodotto in due parti,  si aggancia alle estremità e viene sigillato poi con un sistema di bloccaggio. Ovviamente il paziente potrà scegliere il colore del polimero impiegato, di materiale atossico e riciclabile.
 
Apparentemente, anche se tutto favorirebbe OSTEOID come l'accessorio più avvantaggiato e senza difetti del momento, come accade per qualsiasi altro prodotto nuovo che esce sul mercato, occorrerà valutarlo più attentamente per un certo periodo di tempo e su larga scala, prima di gridare al miracolo: una precisa stima si sà, si può fare solo alla fine e mai all'inizio.


Resta connesso

shape
© Nikla.net 2014. All rights reserved