Psicologia Canina: I comportamenti aggressivi del cane

  • 2014-01-20 18:36:25
49ac05633697b_zoom Abbiamo già visto come interpretare il linguaggio del corpo del cane, che sia nostro o di altri, non sempre facili da capire. Vediamo, in questa guida, come comprendere i comportamenti aggressivi dei cani, classificabili in base alle cause, anche se spesso queste sono complesse e non di immediata catalogazione. Ecco le più frequenti.   Il primo tipo di aggressione che prendiamo in esame, è quella legata al cibo: se, da cucciolo, al cane è stato sottratto del cibo più volte, con il passare degli anni, è possibile che questo ringhi durante il pasto, e, se disturbato, può anche mordere. C'è poi l'aggressione dovuta alla paura e capita in caso di cane nervoso e sottomesso. Se spaventato, questo, può diventare aggressivo. Tra cani di sesso maschile c'è una gerarchia, uno di questi, può diventare aggressivo se si sente minacciato da un "contendente". Osso, giocattolo o coperta, per questi un cane molto possessivo può aggredire chi cerca di rubarglieli. Ci sono, poi, tipi di aggressività che vengono definite territoriali: un cane in uno spazio angusto, come in macchina o, ancora peggio, in gabbia, può arrabbiarsi e tentare di mordere. I cani sono anche molto protettitivi: soprattutto i maschi, possono diventare violenti in caso minaccia per il proprio padrone; le femmine sono più orientate ad innervosirsi nel caso i propri cuccioli vengano infastiditi. Scatti di aggressività possono derivare dal malessere: se il vostro cane è malato, può reagire male e risultare irascibile; allo stesso tempo, può reagire male ad alcuni tipi di farmaci con conseguenti effetti collaterali. Tranquilli comunque, questi ultimi due casi, sono poco frequenti. Controllate sempre il comportamento dell'animale, prima di aggredire mostrerà i canini, ringhierà e drizzerà il pelo di collo e schiena. Siete avvertiti, in ogni caso è sempre meglio evitare che il cane si arrabbi, meglio lo tratterete e più sarà felice.  

Cerca nel sito