Amici Serale: Emma Marrone e Alessandra Amoroso, le due "Grazie" della De Filippi

  • 2014-03-02 17:49:51
 
Doveva solo passar del tempo ma ciò che tutti ci aspettavamo,  era di vederle prima o poi fra i posti più ambiti della trasmissione di "Amici" condotta dalla De Filippi: infatti al serale di sabato 30 marzo,  la conduttrice ha ritenuto idonea la scelta di  Emma Marrone e Miguel Bosè come i prossimi Vocal Coach, cioè coloro che dovranno preparare vocalmente  i ragazzi al serale, mentre sulle poltrone in giuria, spunterà anche in questa occasione il ciuffo di Alessandra Amoroso, affiancata da  Luca Argentero.
 
A questo punto mi saltano in mente due detti che fanno sicuramente al caso: "chi l'ha "dura la vince" e "rispetta il cane per il suo padrone" e come mai in questo periodo  "cadono proprio come il cacio sui maccheroni"! Dalla politica allo spettacolo, molto spesso uniti da un unico "filo conduttore",  la nuova "piovra"  (e non mi riferisco a quella di Placido!) sta  espandendo i suoi tentacoloni dappertutto,  direzionando l'orientamento delle scelte popolari su determinati soggetti, per il conseguimento di  scopi ben precisi, imposti da un "sistema"        ...... ed è questa  purtroppo la triste realtà!
 
Mi chiedo allora, come sia possibile che queste due "artiste" (una addirittura considerata da alcuni giornalisti, come la "the Voice" italiana),  entrambe roche, reduci da seri problemi alle corde vocali, possano essere state scelte, fra tanti altri artisti più preparati e con più anni di esperienza di loro, come le più idonee a formare e a giudicare la voce di altri concorrenti? .... ma dico, stiamo scherzando??? Mi chiedo come sia possibile che un cieco possa essere messo alla  guida di un gruppo di persone, così in questo modo spudorato?!?!
 
Questa è un'offesa per l'arte canora, e soprattutto per tutti QUEI VERI INSEGNANTI di canto, veramente meritevoli di quella sedia! ...e  poveracci i concorrenti della sezione canto, auguro a tutti loro che non debbano peggiorare o avere in futuro problemi irreparabili agli organi di fonazione, coi consigli della Marrone. E per chi la pensa come me (per fortuna non solo l'unica), la ritengo gente con gli attributi, dotata di autonomia, che ama contraddistinguersi dalla massa; gente a cui non piace essere imposti dal "sistema", l'orietamento  dei propri gusti musicali verso determinati soggetti il più delle volte scelti  a tavolino dal comune accordo fra case discografiche, politici e trasmissioni tv.
Infatti quest'ultime rappresentano  un ottimo veicolo per dare il "fumo all'occhio"  e parvenza a iosa, a dimostrazione che i talenti uscenti vincitori dai Talent, siano per davvero tutti meritevoli, o addirittura che siano stati scelti dai telespettatori stessi per mezzo del televoto e che il destino abbia riservato loro una futura, fiorente carriera. E quale pubblico migliore facilmente influenzabile come adolescenti e ragazzini poco più che grandi.......ma razza di pecore credulone, ma quando vi svegliate??? Quando finirete di credere a tutto ciò che vi dicono? Fino a quando esisterà  gente come voi che crede al "ciuccio che vola", e che si lascia "coinvolgere dal giudizio di massa", l'ARTE E' DESTINATA A MORIRE!!!
 
Sono i ragazzini purtroppo che comandano il mercato discografico, per mezzo di quella filosofia chiamata "TEORIA DELLE MASSE",  grazie alla quale tutti gli "accordi sottobanco", possano andare felicemente in porto. Sapete allora che cos'è la "teoria delle masse", quella che molti di voi segue involontariamente per la gioia dei dritti? I media dicono di buttarsi dalla finestra e molti di voi lo fanno; poi poichè la mia vicina di casa si è buttata prima, io la devo assolutamente precedere.
 
Ed è  su questo che si costruisce  l'impero finanziario dello spettacolo, una torre di Babele di carta degli artisti, grazie proprio a quei  branchi di capre che acclamano ciò che gli viene detto, e acquistano ciò che gli viene imposto,  privi di quel metro di misura oggettivo che fa la differenza, disposti a impressionarsi col nulla!  Non mi interessa se forse ho colpito la suscettibilità di qualche lettore probabilmente fan di questi pseudo artisti, ma chi mi conosce sa che  io dico sempre quello che penso, dunque apprezzatemi per la sincerità!
E così dopo aver assistito al Comizio Politico di "Sanremo"di Fazio spacciata per arte canora, ora dobbiamo sorbirci un'altra pietosa "messa in scena" di queste due grandi talenti dello spettacolo, che non sanno stare in piedi e che hanno bisogno dei fili per muoversi.... ma tanto non ci sono problemi per questo, a loro ci  pensano i Master Puppets Filippi-Costanzo....  CERTO che loro sono dei "Gran Maestri"     ....... A BUON INTENDITORE POCHE PAROLE!  

Cerca nel sito