Arrestati altri "4 compari di merenda" dei Riva di TARANTO

  • 2013-05-22 11:12:57

arresto-concussione-florido-conserva-archina-specchia

Sono stati arrestati questa mattina nell'ambito dell'inchiesta "Ambiente Svenduto", altri "4 compari di merenda" dei Riva di Taranto:  Il presidente della Provincia, Giovanni Florido, l'ex assessore provinciale di Taranto all'Ambiente, Michele Conserva, l'ex dirigente dell'Ilva, Girolamo Archinà, e l'ex segretario della Provincia di Taranto, Vincenzo Specchia Le accuse sono per concussione in relazione alla gestione da parte dell'Ilva della discarica «Mater Gratiae» nei confronti del Presidente Florido, Conserva e Specchia; per l'ex dirigente Ilva  è stata notificata invece una seconda ordinanza di custodia cautelare e dunque rimarrà ancora in carcere. «Florido, Conserva e Specchia, operando in piena unità di intenti, hanno rivelato una inquietante, forte inclinazione comportamentale ad asservire il pubblico ufficio, i pubblici poteri rispettivamente esercitati, al conseguimento di obiettivi di favore economico a beneficio di determinati soggetti (ovviamente, non di soggetti qualunque...), in spregio dei principi di buon andamento ed imparzialità della pubblica amministrazione». Il gip Todisco lo scrive nell'ordinanza di custodia cautelare.

Fra l'altro sono stati accertati ai "quattro compagni di merende" diversi tentativi di concussione per costrizione nei confronti di un ex dirigente settore Ecologia della Provincia, Luigi Rommandini per indurlo a firmare autorizzazioni in favore dell'Ilva, che non fece, nonostante le minacce per la perdita del suo posto di lavoro. Ma Florido, Conserva e Archinà nonostante le dimissioni del responsabile provinciale all'Ecologia, continuarono ad esercitare pressioni anche al nuovo successore di Romandini nello stesso ufficio, tale Ignazio Morrone, il quale acconsentì a sottoscrivere l'autorizzazione all'esercizio di discarica per rifiuti speciali nell'area «Cava Mater Gratiae». Il gip, quando parla della losca figura di Archinà, scrive che l'ex dirigente Ilva «è informato di tutto, caldeggia nomine e spostamenti dei dirigenti, ispira ed orienta le condotte di Florido e Conserva e, senza la sua invasiva presenza, non si spiegano le ragioni per le quali negli uffici dell'amministrazione provinciale si insistesse tanto per una solerte e positiva risposta alle istanze dell'Ilva spa». Il cerchio "degli amici di merenda" ormai si sta restringendo e  molti altri allo sbaraglio stanno iniziando a tremare seriamente. Questione solo di tempo, ma questa è la fine che devono fare TUTTI COLORO CHE HANNO RIDOTTO LA NOSTRA CITTA'  IN UN CESSO PUBBLICO, PER QUESTIONI DI SOLDI!

arresto-concussionescritta-murale-ilva

Cerca nel sito