Auguri SPECIALI per MONTI con UOVA MARCE e ORTAGGI

  • 2014-03-03 16:44:34
17 Novembre 2012
Hanno accolto così il premier Mario Monti alcuni contestatori, in gran parte dei centri sociali, in occasione del suo 1 anniversario in politica, presso l'Università Bocconi Milano Il premier per il suo "compleanno", aveva deciso di presentare l'uscita del nuovo libro "La democrazia in Europa", scritto dallo stesso e con la collaborazione dell'eurodeputata Sylvie Goulard. Ma pare che l'iniziativa non sia piaciuta ad alcuni giovani contestatori che l'hanno accolto all'entrata con insulti e cori palesemente offensivi, come "Monti macellaio, "tira fuori i soldi" e "basta austerity", catapultandogli uova marce riempite di vernice rossa e ortaggi di vario genere. Un compleanno col botto e con l'insulto dunque per Mario Monti, con un bilancio della giornata di proteste di 5 feriti. Un evento sicuramente inaspettato, ma che ha deluso le aspettative del premier, che pensava forse di crogiolarsi in un mare di giuggiole e complimenti. Monti per la ricorrenza aveva anche fatto pubblicare un documento di Palazzo Chigi che in poche cartelle riassumeva l'operato del suo esecutivo. Questo documento è anche pubblicato sul sito del governo e che si articola in cinque parole chiave che ridisegnano la nuova Italia: "credibilità, coesione, responsabilità, legalità e visione». Durante l'incontro all'Università Bocconi il premier Monti ha subito precisato che non è disponibile per un ruolo politico in vista del prossimo turno elettorale. «Nessuno mi domanda impegni oggi, e oggi non ne do» spiega ammettendo di provare piacere dal fatto che «gruppi numerosi della società civile si stanno attivando per riappassionare i cittadini alla cosa pubblica». Parlando del suo lavoro a Palazzo Chigi, Monti ha comunque ribadito la necessità di un rapporto più fattivo con l'Europa, continuando a ribadire che il "rigore, è una medicina amara ma irrinunciabile" e che col tempo porta ai suoi buoni frutti. Con un lungo discorso abbastanza convincente, coronato di speranze e obiettivi da raggiungere, Monti ha così espletato anche oggi le sue funzioni di bravo oratore. La realtà è che il governo Monti fino ad oggi ha perso gran parte della fiducia degli italiani. Si pensi che in dodici mesi il gradimento del governo presieduto dal professore bocconiano è passato dal 54% al 32 attuale (fonte Ipr). Però nella sua Università Monti continua a promuoversi. Il voto che si attribuisce «è meno buono di quello che mi danno gli osservatori stranieri ma è meno cattivo di quello degli economisti, specie se bocconiani». Contento lui.

Cerca nel sito