Che Fare se Avvertiamo Scosse di Terremoto?

  • 2014-02-04 17:44:53
terremoto2
terremoti, in un Paese sismico come l'Italia, sono purtroppo una realtà, che naturalmente spaventa anche alla luce degli ultimi tragici avvenimenti.Il fenomeno del terremoto è imprevedibile, ma possiamo prepararci al meglio per gestire il momento dell'emergenza ed essere pronti in caso di necessità, anche per assistere le persone più deboli, ad esempio bambini ed anziani.


Consigli se non possiamo uscire immediatamente di casa


E' importante, qualunque sia l'intensità del terremoto, farsi trovare in posti che vengono considerati più sicuri, come:
  1. - sotto ad un tavolo resistente;
  2. - sotto allo stipite di una porta;
  3. - nei punti dove le pareti sono più spesse e resistenti (nelle rientranze del muro).
  • Azione importante da svolgere è lo staccare, se si può, corrente e gas al più presto, in modo da evitare incendi o esplosioni. State comunque alla larga da mobili che, se l'intensità del terremoto è alta, possono cadervi addosso: cercate, piuttosto, i muri maestri e portanti della casa.

 

Uscire di casa se abbiamo la possibilità

  1. - Non fatevi prendere dal panico uscendo immediatamente, è meglio ripararsi dove si è MENTRE LA SCOSSA E' IN ATTO; uscite solo dopo che questa è terminata, il più velocemente possibile se le vostre abitazioni sono a piano terra
  2. - State attenti all'utilizzo delle scale, non precipitatevi di corsa, fatelo con cautela, perchò se troppo cariche di peso possono cedere.
  3. - Gli ascensori sono assolutamente da evitare. Quando uscite di casa non appesantitevi portando con voi cose superflue: munitevi al massimo di una coperta e di acqua.
  4. - Uscendo da casa, prestate attenzione alla pavimentazione: potrebbero essersi aperti buchi e, senza che ve ne accorgiate, potrebbero ostacolarvi. Insomma siate rapidi ma guardate dove mettete i piedi.
  5. - Una volta fuori, state lontano da case, palazzi e pali della luce: cercate il posto più isolato, come ad esempio, un campo coltivato senza nulla attorno.
  6. - Cercate anche di allontanarvi da impianti industriali che, se danneggiate dal sisma, potrebbero dar origine a incidenti.
  • - Non sostate nelle vicinanze di ponti e corsi d'acqua, il pericolo di esondazioni è sempre fortissimo.
  • - Evitate di usare l'auto, questa può intasare il traffico creando problemi: lasciatela dov'è. Se il terremoto ti sorprende quando sei in auto, è importante non sostare nei pressi di ponti, terreni a rischio di frana o spiagge. Le scosse telleuriche, infatti, hanno spesso il potere di sollevare ingenti masse d'acqua, andando a generare quello che è comunemente conosciuto come tsunami.

  1. - Cercate di aiutare gli altri e di farvi aiutare: non isolatevi e non mettetevi a curiosare nelle zone più disastrate. Se trovate feriti gravi, non spostateli, potreste peggiorare la situazione, ma aspettate i soccorsi ed, in caso, date una mano a loro.
  2. - Per non intralciare i soccorsi, inoltre, è bene evitare di utilizzare il telefono se non strettamente necessario: lasciare le linee telefoniche libere può essere la salvezza per le persone in serie difficoltà.
  3. Saper gestire l'ansia e il panico, poi, è molto importante in queste situazioni, soprattutto dopo che si è verificato il terremoto: se siete genitori, cercate di parlare dell'accaduto con i vostri bambini.
 

AUTOCONTROLLO E CALMA

Subito dopo una scossa di terremoto solitamente le persone si riversano per le strade: questo atteggiamento è corretto, ma occorre sottolineare che è necessario allontanarsi dai palazzi per evitare la caduta di parti della costruzione o più semplicemente di vasi di fiori ed altri oggetti decorativi. In caso di terremoto, consigliate anche ai vicini di casa di fare lo stesso, mantenendo la calma e spiegando le ragioni del vostro invito.Sempre in relazione con gli altri, è importante assicurarsi sulle condizioni fisiche e psicologiche delle persone attorno a noi, per offrire un supporto oppure chiamare i soccorsi in caso di necessità.

COSA FARE IN CASO DI PERSONE FERITE GRAVEMENTE


Se ci troviamo con persone ferite gravemente, non facciamo l'errore di provare a spostarle poiché gli spostamenti effettuati da non addetti al soccorso potrebbero creare più danni delle ferite stesse, in presenza di fratture o traumi importanti.Chiamare tempestivamente un aiuto ufficiale, attraverso il 118 e il 113 è l'azione migliore che possiamo fare, i soccorritori valuteranno la priorità degli interventi e arriveranno quanto prima. In caso di gravi eventi sismici potremmo trovarci di fronte a macerie e crolli: anche in questo caso se non siamo dei soccorritori professionisti il contributo più importante che possiamo dare è chiamare aiuto e non cercare di entrare nei palazzi crollati.
Se nei giorni precedenti abbiamo sentito lievi scosse, potremmo sentirci più tranquilli allestendo un piccolo kit per una fuga notturna in caso di terremoto. Basta uno zainetto con al suo interno una felpa per coprirci, una pila, il telefono cellulare e le scarpe. Meglio indossare scarpe o almeno le ciabatte prima di fuggire, perché potremmo trovare calcinacci sulla nostra strada.
 
Per ulteriori informazioni consulta il sito della Protezione Civile

Cerca nel sito