Il "GRIDO DEL GUERRIERO" non è bastato a Intimorire l'Italia

  • 2014-03-07 13:00:49
hart2
Emozionante  al cardiopalma, ieri l'incontro che ha visto l'Inghilterra battersi con l'Italia. La perfida squadra avversaria c'era quasi riuscita a farla franca sui rigori, dopo che un'Italia avvicente ha saputo dimostrare in più situazioni, a testa alta, la sua supremazia in campo. L'atteggiamento dell'Inghilterra fa discutere molto: totalmente intimoriti, spauriti, hanno condotto una passiva partita priva di sprint, chiusi a riccio in una morsa difensiva invalicabile, in attesa di errori tecnici da parte degli azzurri o di quell'azione  fortunata che li avrebbe condotti in qualche maniera al vantaggio. Pressati e continuamente disturbati nelle loro azioni, gli inglesi come ultima chance hanno voluto in tutte le maniere che si arrivassero ai calci di rigore per sconfiggere gli azzurri, affidando così alla buona sorte la classificazione alle semifinali.

Dopo la beffa del gol di Nocerino in fuorigioco, annullato dal guardalinee a meno di 5 minuti dalla fine del secondo tempo supplementare, gli azzurri sono riusciti in qualche maniera a mantenere la concentrazione e la calma. E' il momento dei tiri dal dischetto. Balotelli contro Hard: ed è gol.


Subito dopo è il momento di Gerrard che segna il primo gol per l'Inghilterra.


Per l'Italia, candidato al tiro,  c'è Montolivo, che purtroppo sbaglia e la palla è fuori.


Subito dopo Rooney spiazza Buffon con il secondo gol.


L'Italia fa esultare i tifosi grazie al secondo goal magico del "cucchiaio" di Pirlo che interrompe l'euforia al portiere Hard.


L'italia riprende coraggio e attaccata ad un filo di speranza, pensa ancora di potercela fare: tira Nocerino e con un grande esulto la panchina italiana e il tifo di Kiev si alza in piedi fra urla di gioia e di incoraggiamento per gli azzurri.


Ma ancora non è detta l'ultima parola. Ora è il momento dell'Inghilterra che non deve e non può sbagliare, la loro vittoria dipende solo da questo tiro e sarà Ashely Cole a determinarlo. Buffon si concentra attentamente sulla palla rasoterra all'angolo della porta, che intercetta e para incredibilmente con entrambe le mani.


A determinare le sorti dell'Italia ci sarà Diamanti, che con un gran tiro all'angolo della porta spiazza alla grande il portiere inglese.


Vittoria meritatissima per l'Italia (e parrebbe ingiusto, se così non fosse), che incontrerà giovedì prossimo la Germania per le semifinali.


Hard Vs. Braveh(e)art - Il grido del guerriero


Cerca nel sito