Ritornato il SORRISO a MONNA LISA di Leonardo: RITROVATI I SUOI RESTI - (Was Found MONNA LISA'S Body!)

  • 2014-03-07 11:29:19
scavifirenze14
Finalmente la Monna Lisa di Leonardo da Vinci, può ritornare a sorridere. Durante importanti opere di restauro nell'ex Convento di Sant'Orsola a Firenze, è stato ritrovato lo scheletro di una donna, straordinariamente tenuto in un buon stato di conservazione.   Dello scheletro, sono stati ritrovati dapprima il teschio e alcune ossa, poi, dopo un'interruzione dei lavori a causa della mancanza di adeguati fondi, sono venute fuori anche le altre ossa che mancavano.

Ora l'ultima parola sarà data dagli esami istologici e antropometrici e da quello del DNA, già avviati da una commissione speciale,  che ne confermeranno o meno l'ipotesi.


La possibilità che si tratti realmente dalla famosa modella di Leonardo è però molto alta, soprattutto perchè c'è una stretta connessione tra il convento di Sant'Orsola e la vicenda umana di Monna Lisa. Così come narrano gli archivi storici, Monna Lisa non è altro che una giovane nobildonna di nome Lisa Gherardini, che all'età di 15 anni aveva sposato il benestante mercante fiorentino Francesco Zenobi del Giocondo. Il matrimonio fra i due fu abbastanza felice, ebbero 5 figli e lui crebbe nella sua carriera, tanto da diventar piuttosto ricco e di potersi permettere di commissionare a un pittore  come Leonardo da Vinci - all'epoca il più costoso - il ritratto di sua moglie.
Leonardo lavorò sulla Gioconda per 4 anni e non la consegnò mai. La lasciò poi a un suo allievo che la riprese e la tenne con sè tutta la vita. Nel frattempo durante il 1538, Francesco morì di peste e, dopo qualche tempo anche Monna Lisa si ammalò e fu ospitata da sua figlia Marietta, una suora francescana sotto il nome di Ludovica, nel convento di Sant'Orsola. Fu proprio lì che la nobildonna morì e fu sepolta 4 anni dopo. La ragione che spinge gli archeologi a credere che quella salma appartenga proprio a Monna Lisa, è la collocazione della tomba in cui sono stati ritrovati i suoi resti: infatti  si trova in piena terra al di sotto della pavimentazione all'interno di una cripta e non invece in un adeguato sepolcro così come le religiose devote a San Francesco erano avvezze a fare.

Comunque in attesa del responso scientifico, per tutti ormai la donna più misteriosa del nostro Rinascimento è ritornata.






Cerca nel sito