Fulminata dall'iPhone 5: Apple indaga sulla morte

  • 2014-02-03 17:14:48

Ma-Ailun-Iphone-5-morta

Si indaga sulla morte di una giovane ragazza cinese di 23 anni che è stata fulminata mentre parlava al suo cellulare sotto carica, un iPhone 5.  Apple dopo aver espresso il proprio cordoglio alla famiglia della ragazza, ha subito aperto un'indagine, assicurando tutta la clientela mondiale che si tratta di un caso isolato. Il tragico incidente è avvenuto giovedì scorso, quando la giovane Ma Ailun - assistente di volo della compagnia China Southern Airlines - è collassata mentre discuteva al suo telefonino, alimentato da una presa elettrica. A denunciare duramente l'Apple, la sorella della vittima attraverso il social network cinese "Sina" (anche se non ci sono conferme sicure circa la sua vera identità), in cui invitava molti utenti a stare attenti ai telefonini distribuiti della "grande mela" Californiana. Tuttavia dallo stesso post, così come riporta il quotidiano "Wall Street Journal", si evince che il telefonino è stato acquistato in dicembre ma non è certo che si tratti dell'iPhone 5 o di un modello precedente, l'iPhone 4. Dalle prime indagini emergerebbe che probabilmente a causarne la morte sarebbe stato il caricabatterie di fabbricazione non originale,  e non quello dato in dotazione dalla Apple, presente all'interno della confezione al momento dell'acquisto. Infatti, secondo Xiang Ligang, un esperto di telecomunicazioni sentito da CCTV, il caricabatterie è un falso, di quelli economici universali che si producono in Cina, poichè con certezza afferma che: “I caricabatterie economici adottano scorciatoie. La qualità dei protettori della componentistica e dei circuiti può non essere buona, e ciò può portare alla rottura del condensatore, con invio di corrente a 220 volt direttamente nella batteria del cellulare.”
iphone-5-ma-ailun-morte
Un caso di folgorazione simile lo riporta anche il sito web online "ZDNet". E' accaduto una decina di giorni fa, sempre in Cina e sempre con un iPhone 4 in carica. E pure in quell’occasione, si legge, la causa è stata attribuita ad un caricabatterie non originale; ma in questo caso l'uomo fortunatamente è sopravissuto, seppur in coma, ricoverato all’ospedale di Beijing. Dunque più che ai telefonini, fate attenzione ai caricabatterie, assicurandovi che non si trattino di contraffazioni cinesi.

Cerca nel sito