Il Museo della CARTA IGIENICA

  • 2014-03-19 20:46:39
download (6)-2
Secondo una recente statistica le persone usano approssimativamente cinquantasette fogli di carta igienica al giorno. Per saperne di più, però, dovete andare al piano nobile di un palazzo situato al 305 della centralissima North Hamilton Street di Madison, Wisconsin: lì si trova il Madison museum of Bathroom Tissue, ossia il "Museo di Madison della carta igienica". All'interno vi attendono oltre 3mila rotoli di morbida carta igienica. Carol Kolb, una giovane e graziosa donna, è l'ideatrice e curatrice di questa particolare ossessione. Per il suo Museo la Kolb si avvale di un agguerritissimo staff pronto a fare irruzione in qualsiasi toilette, bagno, gabinetto, latrina della terra, pur di ottenere nuove "opere", mancanti nella raccolta. I rotoli acquisiti sono fiondati, by air mail, direttamente alla sede di Madison.La collezione è iniziata con un rotolo prelevato per scherzo dalla Kolb e i suoi amici. Vittima: la toilette del bar di una piccola località a Nord di Madison. Nella raccolta, sono rappresentate poi le carte igieniche dei luoghi più impensati del mondo, come il vaticano, la Statua della Libertà, il Guggenheim di New York, il San Francisco Museum of Modern Art.Di particolare interesse sono gli espositori messicani e africani e la collezione europea.
La direzione del Museo è però convinta di aver conquistato il jackpot con un rotolo preso dai servizi del Caesar Palace di Las vegas: secondo gli esperti, un pezzo rarissimo. Le dimensioni dei rotoli di carta esposti variano: si passa da quelli più piccoli del mondo a quelli giganteschi. su ogni rotolo ci sono scritte in pennarello nero: informazioni sulla località di origine e altri ragguagli utili al visitatore. Negli spazi espositivi, le "opere" sono attentamente illuminate con una luce spettacolare.
I rotoli, sistemati uno sull'altro, formano pile altissime che, come torri traballanti, incombono sul pubblico. Niente paura, tutto è superprotetto da trasparenti solidi cilidri di palstica.   Vi è poi una sezione dedicata alla storia della carta igienica, in cui si possono osservare antichi reperti usati per la "routine quotidiana", con tanto di indicazioni e dettagli particolarissimi del materiale costituito. Una storia millenaria del "morbido cilindro" custodita gelosamente dalla direzione Kelb e che ne ha fatto meta di pellegrinaggio di curiosi di tutto il mondo!
         
fonte: "That's America" di Carlo Masi

Cerca nel sito