Medici sconcertati: una ragazza lacrima sangue inspiegabilmente

  • 2014-02-03 18:03:41
Yaritza-Oliva
Yaritza Oliva, è una ragazza ventenne cilena originaria di Purranque, che da circa un mese ha iniziato a lacrimare sangue inspiegabilmente. Per la Comunità Medico Scientifica Cilena, questo è il terzo caso al mondo di Emolacria, una rara condizione fisica conosciuta che può essere associata a svariate malattie, come il tumore dell'apparato lacrimale, o essere causata da traumi, infezioni e fattori inquinanti. Inoltre in molti sostengono che si tratti di una situazione fisica che riguarda le donne in età fertile che potrebbe essere determinata da squilibri ormonali. Ma Yaritza, non è il primo caso. Esistono infatti, altri tre casi documentati di emolacria nel mondo: due ragazze indiane e un quindicenne americano. Tutti e tre sono stati sottoposti ad approfonditi test clinici che però non hanno portato ad alcuna diagnosi certa. C'è chi sospetta si tratti di sintomi legati a difetti della coagulazione del sangue (malattia di Von Willebrand tipo 2), chi ipotizza una sconosciuta e rarissima patologia e chi, come nel caso della dodicenne indiana , arriva a citare la sindrome di Munchausen per procura, un disturbo mentale che colpisce generalmente le madri e che spinge la genitrice ad arrecare danni fisici, talvolta gravissimi, al figlio per attirare l'attenzione su di sé.

Infine, nel marzo scorso, un canadese ha iniziato a piangere lacrime di sangue, ma questa volta l'individuazione della causa è stata tempestiva e risolutiva: l'uomo, che presentava sanguinamento anche in altre parti del corpo, era stato morso da un serpente velenoso e grazie a un antidoto specifico è guarito. Intanto i dottori inermi al caso inspiegabile, le hanno prescritto un semplice collirio antalgico per lenire il dolore provocato dalla lacrimazione sanguigna. Ma purtroppo non è servito a nulla. I genitori disperati in queste ore hanno lanciato un ancorato appello alla comunità scientifica mondiale, che possano essere grado di far qualcosa per la loro figlia. Accolto da un team di specialisti, presto in molti si recheranno in Cile per visitare la ragazza e poter dare così il loro contributo alla ricerca. Ma intanto la notizia di grande eco mediatico, sta rimbalzando da una parte all'altra del web, suscitando in più di qualcuno una spiegazione che va ben oltre quella scientifica e al grido del "mistico", ci  si aspetta che presto o tardi, ella cominci a fare dei miracoli.


Cerca nel sito