PARALITICA Muove BRACCIO Robot con il PENSIERO

  • 2014-02-23 16:29:59
Jan Scheuermann
Grande scoperta scientifica nell'ambito della medicina.  Per la prima volta una donna, paralizzata dal collo in giu', e' riuscita a muovere un braccio robotico controllandolo con il proprio pensiero; c'è riuscita grazie ad alcuni sensori impiantati nella corteccia cerebrale. Lo scienziato Andrew Schwartz, uno dei ricercatori che ha condotto questo esperimento, si è mostrato abbastanza soddisfatto dei risultati, sperando che in futuro questa nuova innovazione tecnologica potrà diventare terapeutica per tutte le persone con lesioni spinali. Un caso che ha entusiasmato il mondo intero.

L'Esperimento

La protagonista dell'esperimento si chiama Jan Scheuermann, ed è una donna di 53 anni. Lo studio è stato condotto dai ricercatori della facolta' di medicina dell'universita' di Pittsburgh, che lo hanno pubblicato sulla rivista scientifica 'The Lancet'. La signora Scheuermann, come riporta Ansa, è riuscita a controllare il braccio già al secondo giorno di training e dopo 14 settimane è diventata molto più abile, acquisendo coordinazione e velocità in modo simile ad una persona sana.  E ciò grazie a due sensori quadrati di 4 millimetri, impiantati nella sua corteccia cerebrale. Un centinaio di minuscoli aghi su ogni sensore raccolgono l'attivita' elettrica di 200 cellule cerebrali. Gli impulsi elettrici nel cervello vengono trasformati in comandi per muovere il braccio, il gomito, il polso permettendo così di afferrare normalmente un oggetto.

Cerca nel sito