PENSIONATA dichiarata frettolosamente MORTA, ma in realtà era ancora VIVA!

  • 2014-03-09 20:55:55
E' successo a Bergamo, la disavventura di una donna di 69 anni che dopo aver avuto un malore a casa sua, riesce a malapena a chiamare i soccorsi che arrivano poco dopo insieme ad una pattuglia della Polizia e a un medico curante.   Da lì a poco le condizioni della signora peggiorano drasticamente e il medico si accorge che la donna non dà più segni di vita. Reputandola ufficilmente morta,  si appresta a  compilare immediatamente il certificato di morte. Si dà il via così all'iter burocratico, viene avvisato il pubblico ministero di turno che rilascia il nulla osta per la sepoltura. Quando ormai l'ambulanza lascia l'appartamento della signora, un poliziotto della pattuglia rimasto ancora lì per il sopralluogo, si  accorge che la signora respira ancora e che dà segni di vita. Immediatamente scatta l'allarme, ritorna dinuovo  l'ambulanza e la signora viene portata con urgenza all'Ospedale Riuniti in sala di rianimazione, in gravi condizioni ma viva, alla faccia di chi l'aveva già spacciata morta!
 

Cerca nel sito