Per punizione costringe sua figlia a vestire brutti abiti

  • 2014-02-06 10:34:41

Kaylee-brutti-abiti-punizione-bullismo

E' accaduto nello Stato dello Utah. Una mamma adottiva per punizione ha costretto sua figlia ad andare a scuola con brutti abiti per darle una lezione a causa del suo cattivo comportamento a scuola. La donna (di nome Ally),  stanca dei continui reclami da parte del direttore scolastico per atti di bullismo della figlia  nei confronti di una compagna di classe - che caduta in depressione non voleva più saperne di andare a scuola - ha cercato inizialmente di farle un sano discorso per convincerla a cambiare atteggiamento. Ma vedendo che la ragazzina - di nome  Kaylee - non indugiava a cambiare,   Ally ha pensato bene di farle provare sulla propria pelle che cosa significasse essere vittima di bullismo. E così una mattina prima di andare a scuola, gli ha passato in bagno dei vestiti acquistati in un negozio dell'usato,  i peggiori, quelli più pacchiani, ridicoli e fuori moda. La ragazzina (10 anni)  ovviamente si è rifiutata di indossarli, mettendosi a piangere nella speranza che sua madre cambiasse idea. Ma quest'ultima più ferma che mai, l'ha costretta ad uscire di casa  in quel modo. Come risaputo, Kaylee è stata presa di mira e derisa da dei compagni di classe. Questo è continuato per alcuni giorni divenendo una situazione  traumatica, difficile da gestire sia per Kaylee che per Ally. Infatti la donna si sentiva combattuta per  il grosso peso di responsabilità con cui esponeva sua figlia al pubblico lubidrio, ma allo stesso tempo era certa che la dura lezione avrebbe portato  ad una svolta. Infatti Kaylee dopo aver passato giorni infernali, ha capito bene la lezione, pentendosi seriamente di aver causato pene inutili alla sua compagna di classe,  promettendo in futuro di non commettere più azioni di bullismo, perchè cose stupide e che feriscono le persone.  

Cerca nel sito