Questa Donna è Allergica al Marito: Affetta da una Malattia Rara (mcas)

  • 2017-01-19 17:05:56
allergia-marito2

Il titolo farebbe pensare a qualcosa di retorico, tipo una donna insofferente alla relazione con il proprio partner. Invece, per l'americana Johanna Watkins, 29enne del Minnesota, c'è ben poco da scherzare.
Affetta da una malattia rara, chiamata sindrome da attivazione dei mastociti (mcas), la donna ha un'allergia conclamata verso l'odore del marito.

ANCHE LA BBC HA TRATTATO IL SUO CASO


La BBC, che si è occupata del suo caso, racconta il dramma di questa donna costretta a vivere nell'attico di casa con porte e finestre sigillate, filtri che purificano l'aria, separata costantemente della presenza del consorte, che sente e vede a distanza. I sintomi dell'allergia da MCAS, normalmente, cambia da soggetto a soggetto e colpisce con vari gradi d'intensità. In Johanna Watkins, le reazioni sarebbero piuttosto severe. Esse si manifestano con l'insorgere di emicrania, prurito diffuso, fino a shock anafilattico.

COSTRETTI A VIVERE "SEPARATI" IN CASA


"Mi sono accorta che quando Scott veniva in stanza, io iniziavo a sentirmi sempre peggio. I miei normali sintomi quotidiani andavano aggravandosi", spiega la donna. Naturalmente anche il loro rapporto di coppia ne sta risentendo molto, tanto che i due coniugi non sono più liberi di restare insieme in uno stesso luogo. A tal proposito la donna afferma: "Quando io e Scott vogliamo vedere uno show alla televisione assieme, non possiamo stare nella stessa stanza, nello stesso momento e quindi ci mandiamo messaggi su quanto stiamo vedendo."

IL MARITO: "LA AMERO' PER SEMPRE, ANCHE QUANDO AVRO' 90 ANNI..."


Il marito, nonostante il grosso disagio, ha deciso di stare ugualmente accanto alla donna della sua vita: "Posso dire che anche quando avrò 90 anni starò ancora con mia moglie e continuerò ad amarla" - anche se il loro rapporto si è trasformato ormai in una sorta di amore platonico - "Parliamo molto, cerchiamo di comunicare molto, una delle cose che ci tiene uniti è raccontarci la nostra giornata, altrimenti non saremmo in grado di restare insieme".

NON CI SONO CURE APPROPRIATE


Purtroppo, al momento, non ci sono farmaci in grado di arrestare la grave condizione di Johanna. Per fortuna, la donna non risulta allergica alle sue sorelle, le sole a tenerle compagnia durante il giorno in camera, a patto che rispettino determinate regole certosine di pulizia (corpo e biancheria), oltre che indossare mascherina e abiti sterili.

Cerca nel sito