Studente organizza in anticipo il suo funerale

  • 2014-02-06 12:32:42

Zeng-Jia-finto-funerale1


Zeng Jia, una ragazza di 22 anni, studente cinese di Wuhan,  ha organizzato in anticipo il suo funerale, invitando i membri della famiglia e amici più stretti in una camera ardente, allestita apposta per l'occasione. Costoro alla notizia, sono rimasti letteralmente scioccati quando si son visti arrivare l'invito per una "prova" funerale, da parte di una ancora viva! La giovane studente tuttavia, ha fornito le sue motivazioni agli addetti stampa, dicendo che da ciò si poteva ricavare un duplice beneficio, sia per il morto che per i parenti più stretti. Se da una parte l'organizzazzione di un funerale richiede in genere del tempo e manda in stress i parenti delle vittime, che oltre a piangere per il morto, devono pure pensare a tante altre cose,  fiori, scelta del feretro, acquisto dell'abito, manifesti pubblici, con un dispendio economico non poco indifferente, è anche vero che dall'altra,  gli stessi morti, non potranno  mai vedere chi sono i soggetti che vi partecipano e il modo in cui questi reagiscono! Ecco il motivo per cui la giovane studentessa assillata dal pensiero, ha deciso di investire tutti i propri risparmi, organizzando un  funerale ad ok, completo di bara, fiori, origami decorativi e fotografi, alla presenza di un'incredibile folla di gente in lutto per lei. Bene che ci crediate o meno, parenti e amici si sono offerti di  partecipare realmente alla sceneggiata, soddisfando così la curiosità della giovane che giaceva per finta nella sua bara, con una bambolina di Hello Kitty poggiata sul petto.

Zeng-Jia-finto-funerale2
Per rendere poi tutto ancora più realistico, Jia si è rivolta a truccatori specializzati del make up per cadaveri, che sono riusciti a donarle quell'aria più da morta che da viva.  Ha trascorso circa un'ora di gioco nella bara, circondata per tutto il tempo da parenti e amici, in fila uno per uno, per darle l'ultimo addio. Zeng ha detto che in  tutto ciò qualcosa di buono c'è stato: la messa in scena, gli ha fatto apprezzare ancora di più il valore della vita. Tuttavia, questa ragazza non è l'unica ad aver fatto una cosa simile. Questa pratica è spesso usata in Cina e in Ucraina come una forma di terapia psicologica  alternativa, chiamata "Coffin Therapy" (leggi qui la notizia per intera), capace di far guarire i pazienti più stressati, con forme gravi di psicopatie.

Photo: courtesy of CEN

Zeng-Jia-finto-funerale3

Cerca nel sito