Trovato sangue umano nel sapone lavamani

  • 2013-05-03 17:49:43

sangue-nel-dispenser-ospedale-Vico-del-Gargano

La notizia ha davvero dell'incredibile, ma è successo per davvero lo scorso 10 aprile a Vico del Gargano (FG): sangue misto a sapone è stato scoperto dai medici del reparto ospedaliero, quando alcuni intenti a lavarsi le mani in bagno, hanno scorto un'insolita colorazione rossastra rispetto al solito sapone abituale.   Nel reparto, appena hanno avuto la certezza che quello fosse sangue umano vero misto a sapone, è scoppiato subito il panico e la preoccupazione, sia perchè non riuscivano a spiegarsi dell'incidente come possa essere avvenuto e poi per le possibili conseguenze che potrebbero derivare dal contatto con sangue potenzialmente infetto. Tuttavia i responsabili del reparto, hanno deciso di interrogare gli addetti alle pulizie dei sanitari, giungendo alla risoluzione dell'enigma: si è trattato di un errore umano. Per errore, infatti l’acqua usata per il lavaggio dei macchinari del laboratorio analisi con i quali si analizza il sangue è stata raccolta in una tanica che originariamente conteneva sapone. Una volta svuotata, è stata successivamente riutilizzata per raccogliere l’acqua mista a sangue derivante dal lavaggio dei macchinari e lì vi è rimasta. Lo scambio dei liquidi è avvenuto quando un tecnico ha preso la tanica per riempire i dispenser del bagno, pensando che si trattasse di sapone. Una volta scoperto l'errore, l'operatore ha tuttavia preferito non dirlo a nessuno, ammettendolo soltanto il giorno dopo costretto dalle pressioni. Tuttavia i medici del reparto preoccupati per l'incidente, hanno informato dell'accaduto il direttore generale e quello sanitario dell’Asl di Foggia, i capi Dipartimento di Prevenzione, di Emergenza Urgenza, al direttore del Distretto sanitario 53 e anche ai Nas dei carabinieri che subito hanno effettuato un' ispezione sanitaria nei locali. Questo incidente si poteva evitare se l'Asl fosse munita di un proprio protocollo carico - scarico rifiuti speciali e se svolgesse regolarmente una campagna informativa ai suoi dipendenti circa lo stoccaggio dei rifiuti speciali.

Cerca nel sito