Vive mangiando cadaveri trovati su strada

  • 2014-02-06 12:27:29

Arthur Boyt

Un uomo di 72 anni, Arthur Boyt di Bodmin Moor, in Inghilterra è un uomo insolito che mangia cibo davvero insolito: vive mangiando carcasse di animali morti, trovati su strada...... (SE SEI DEBOLE DI STOMACO E SENSIBILE, NON CONTINUARE A LEGGERE! Imbalsamatore di professione, la sua preferenza ricadrebbe su animali già morti, generalmente posti al ciglio della strada, dopo essere stati colpiti dai veicoli in velocità. Uno stile di vita che presto gli ha fatto guadagnare la cattiva nomea di "mangiatore di cadaveri". Spesso nelle interviste, gli viene chiesto come mai questa passione gli sia nata. Tutto ha inizio nel 1976 quando andò a vivere da solo e per via della sua professione di tassidermista, usava recarsi sulle strade per cercare animali già morti da imbalsamare; ma poichè gli dispiaceva ogni volta buttare la carne, perchè lo riteneva uno "spreco" di cibo, decise di iniziarla a mangiare. Boyt non mangierebbe solo uccelli, cani e gatti, ma tutto ciò che gli capita a tiro, cigni, tassi, e puzzole comprese, con il loro tipico sapore "pungente". L'uomo alla domanda di che sapore hanno i suoi cibi,  risponde che il cigno ha il sapore di fango; il cane Labrador, ha un sapore gradevole simile a carne di agnello, che ritiene appunto la sua carne preferita.

carcassa-su-strada2

Ma Boyt specifica, che non avrebbe mai il coraggio di uccidere apposta un animale per cibarsi della sua carne, perchè anche questo rappresenterebbe  per lui lo "spreco" inutile di una vita; un corpo già morto invece è gratis e privo di sprechi.
Arthur Boyt 2
Boyt inoltre, possiede  un grande congelatore nel suo garage, dove si conserva tutti i reperti provenienti dalle  sue "battute di caccia". In esso, si possono trovare tutti i tipi di animali e uccelli rari come il riccio, barbagianni, beccaccini, passeri, varietà di rettili, tassi, gatti, poiane e pipistrelli (anche se nel suo paese è vietato mangiarli per legge). Qualche giornalista, incuriosito gli ha chiesto cosa ne pensasse del "cannibalismo" e lui a tutta risposta afferma che non osa fare commenti su persone che praticano il cannibalismo, ma aggiunge che se si trovasse in una situazione di necessità e gli capitasse a tiro della carne umana, non avrebbe scrupoli a consumarla, anche se, quando gli è morto il suo gatto, ha preferito seppellirlo, senza provare alcun impulso di mangiarselo. Ma ironia della sorte, la signora Boyt è vegetariana. Nonostante sia sposata da circa 10 anni, la donna  non assiste mai ai suoi banchetti, ma preferisce  andarsene a mangiare sola  al piano superiore di casa, evitando discussioni. Cosa davvero incredibile è che  Boyt in tutti questi anni non ha mai preso una malattia pur mangiando cadaveri decomposti. Anzi afferma di essersi ammalato mangiando cibo da buffet, piuttosto che la sua carne, che se ben cotta, è  priva di insetti ed eventuali batteri. Presto Boyt ha intenzione di pubblicare un libro e per questa ragione sta andando alla ricerca di un editore che sponsorizzi il suo volume di filosofia "tanato-gastronomica"! ......uno alla volta perfavore senza spingere!

ATTENZIONE! IL VIDEO CONTIENE CONTENUTI DISTURBEVOLI NON ADATTI AD UN PUBBLICO SENSIBILE. A DISCREZIONE DELLO SPETTATORE

Video: The Man Who Eats Roadkill

Cerca nel sito