PREANNUNCiO' 16 ANNI PRIMA la sua MORTE Attraverso un DISEGNINO

  • 2014-03-16 11:49:33

Aveva 22 anni Panaghiotis Telios quando la morte lo ha strappato nel fior fiore della sua giovinezza, insieme ad altri 3 compagni sub, Andrea Pedroni, Susi Cavaccini e Douglas Rizzo, nelle cavità di una  stretta grotta di Palinuro in Cilento. Un caso che ha scioccato l'Italia, nel giugno del 2012. Suo zio in un'intervista televisiva, mentre racconta in maniera toccante le memorie di suo nipote, rivela alcuni particolari inquietanti secondo i quali Panaghiotis avrebbe preannunciato la sua morte circa 16 anni prima, attraverso un disegnino "premonitore" alle elementari.


LA TRAGEDIA 

«Era bello mio nipote, biondo e con gli occhi azzurri, era come il sole, e adesso è nel buio». Parla e piange lo zio di Panaghiotis Telios,  di origine greca, residente a Reggio Calabria. Racconta di suo nipote, che studiava a Roma, dove era iscritto alla facoltà di economia aziendale alla Sapienza. Voleva vedere il mondo, parlava benissimo il greco l’inglese e lo spagnolo. Poichè era un appassionato di subacquea, decise di iscriversi per il brevetto di immersione, sfidando l'asma di cui era affetto e le rassicurazioni del suo medico specialista, pertanto lo indussero a iscriversi ad una Associazione Sub, con qualche cautela in più. Dopo aver conseguito il brevetto sub, il ragazzo decise la fare la sua prima grande esperienza alle grotte di Palinuro insieme ad altri sub esperti: calati in profondità alcuni di loro (i 4 ragazzi appunto) decisero di cambiar rotta infilandosi all'interno di un piccolo anfratto oscuro e melmoso di una grotta pericolosissima, mai segnalata da nessuno.




Rimasti intrappolati nella grotta del Sangue di Palinuro a causa del limo denso sollevatasi al loro ingresso, i 4 sub non ebbero più chiara la visuale per poter uscire da quel posto, e lì trovarono la morte. L’asma sarebbe stata fatale per Panaghiotis , l'ultimo dei 4 corpi ad essere stati estratti dalla grotta.

Lo "STRANO" DISEGNINO  a 6 anni

Lo zio prosegue il racconto mostrando alle telecamere un disegno che Panaghiotis   fece anni addietro, quando era ancora un bambino: si tratta di un sub (se stesso), immerso nelle profondità  marine e circondato da tante creature del mare; al lato del disegno,  una piccola grotta, scura e angusta con sopra una scritta che intima a non entrare, perchè si tratta di una grotta pericolosa...... Solo coincidenze o si tratta per davvero di un caso di premonizione? Lo zio ed i parenti vicini alla vittima, considerano il disegno come un chiaro avvertimento del suo prossimo destino, in quanto tutti i particolari sembrerebbero coincidere incredibilmente con la morte del ragazzo.

Cerca nel sito