Lezioni pianoforte: BEYER – LEZIONE N.1

  • 2014-03-29 15:29:45
Dopo esservi procurati il libro di Testo “Beyer, Scuola preparatoria allo studio del pianoforte op.101″ (se ancora non cel'hai clicca qui  per andare sulla pagina e fare il download gratis), ecco a voi la prima lezione on-line per pianoforte basata sul Beyer. Ho deciso di partire da alcuni semplici elementi di teoria, in conformità con quanto propone lo stesso metodo, per poi passare, nelle lezioni successive ai primi esercizi pratici. Occorre a mio parere, per essere coscienti di ciò che si sta facendo, avere dimestichezza prima di tutto con le nozioni teoriche base.
Il Pentagramma (dal greco penta, che vuol dire cinque e gramma, ovvero linea) è il rigo musicale sul quale si scrivono le note (per un approfondimento). Il pentagramma è composto da cinque linee parallele e quattro spazi che intercorrono tra le linee. Le linee e gli spazi si contano dal basso all’alto (1-2-3-4-5 vedere disegno). Ciascuna nota che supera il pentagramma verso l’alto o verso il basso a causa della sua altezzaviene corredata con lineette supplementari, necessarie infatti per la sua identificazione.
La musica per pianoforte è scritta su due pentagrammi: in quello superiore si usa la chiave di sol e lo si può notare dal segno convenzionale all’inizio del pentagramma. Mentre in quello inferiore la chiave di fa. Normalmente il pentagramma superiore indica le note che devono essere suonate con la mano destra, mentre il pentragramma inferiore quelle da suonare con la mano sinistra.
esempio di chiave di violino e di chiave di basso con do centrale
La nota in comune fra la chiave di sol e la chiave di fa è il Do, che viene definito Do centrale
Per apprendere le note dovete sforzarvi di ripeterle nel loro ordine progressivo, poi per intervalli di terze (come nel secondo esempio) e infine, raggiunta una certa sicurezza, cercare di leggere le note su uno spartito qualsiasi (in chiave di violino). Vi consiglio di ripetere continuamente le note, almeno per un ora al giorno finchè non abbiate raggiunto una discreta sicurezza. Dopodichè, potrete passare alla parte più pratica, ovvero rintracciare le note sulla tastiera. Per esercitarvi ogni volta che leggerete una nota dovrete andare a individuarla sulla tastiera. Con questo procedimento riuscirete ad associare in maniera rapida nota e tasto. Abbiamo realizzato un video che potrà aiutarti a comprendere queste nozioni grazie alla chiarissima spiegazione di Christian:
La seguente immagine potrà darvi una mano:
    a cura di Giulio Cinelli    

Cerca nel sito