Allarme Caldo in Italia: Temperature Destinate ad Aumentare - CONSIGLI

  • 2014-03-24 16:34:08
allarmecaldo
L'anticiclone Scipione porterà un caldo torrido in tutta Italia e fra mercoledì e venerdì prossimo, si avrà il picco massimo, soprattutto nel foggiano con temperature che arriveranno a toccare i 41°. Il ministero della Salute ha alzato a 3 il livello di allerta per le città di Brescia, Cambopasso, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia, Rieti, Roma e Viterbo. Un indicatore che prevede condizioni di rischio per la salute elevato e persistente per almeno tre giorni consecutivi.

Consigli per combattere il Caldo

  • 1. Evitate l’esposizione all’aria aperta nelle ore più calde.Gli esperti del ministero ricordano che nelle giornate da bollino rosso, segnalate dalla Protezione Civile con i livelli 2 e 3, deve essere ridotta l’esposizione all’aria aperta nella fascia oraria compresa tra le 12.00 e le 18.00. I bambini molti piccoli, gli anziani, le persone non autosufficienti o malati cronici (specialmente cardiopatici e broncopatici) non devono neppure frequentare in questi orari parchi e zone verdi.
  • 2. Indossate abiti leggeri e comodi, sia in casa che all’aperto. Niente indumenti aderenti e sono preferibili quelli di cotone o lino. Fuori di casa è utile proteggere la testa con un cappello leggero di colore chiaro e portare occhiali da sole e applicare sulla pelle una crema solare ad alto fattore protettivo per evitare scottature.
  • 3. In casa tapparelle e persiane socchiuse per ombreggiare. Aprire le finestre al mattino presto, la sera tardi e durante la notte per fare entrare aria fresca, e tenerle chiuse di giorno quando la temperatura esterna è più alta di quella interna. Usate i condizionatori ma attenzione a passare dagli ambienti caldi a quelli più freschi, soprattutto se si soffre di una malattia respiratoria.
  • 4. Bevete molta acqua, almeno 2 litri al giorno e mangiate molta frutta. Fate una alimentazione leggera e conservate correttamente gli alimenti. Il troppo caldo favorisce lo sviluppo di germi se gli alimenti non sono ben conservati.
  • 5. Se uscite con la macchina, non lasciate mai persone o animali, anche se per brevi soste, nell’auto ferma al sole. Quando rientrate in macchina aprite prima gli sportelli per ventilare l’abitacolo e poi, iniziate il viaggio con i finestrini aperti o utilizzare il sistema di climatizzazione. Attenzione ai seggiolini di sicurezza per i bambini: prima di far sedere i piccoli, verificare che il sedile non sia surriscaldato. L’aria condizionata in auto va regolata in modo che ci sia una differenza non superiore ai 5 gradi tra l’interno e l’esterno.
  • 6. Ipertesi e cardiopatici: evitare di alzarsi in modo brusco nel passare dalla posizione sdraiata alla posizione eretta.
  • 7. Attenzione ai farmaci che si assumono in caso di malattie cardiovascolari. Ricordarsi che il caldo può potenziare l’effetto di molti farmaci utilizzati per la cura dell’ipertensione arteriosa (pressione alta) e di molte malattie cardiovascolari.
  • 8. Attenzione ai cambiamenti di abitudine e di attività della persona anziana. Occorre considerare come importanti campanelli di allarme che possano far pensare ad un aggravamento dello stato di salute.
  • 9. Conservare correttamente i farmaci.Alcuni principi attivi terapeutici, qualora utilizzati in condizioni climatiche caratterizzate da alte temperature, possono provocare o potenziare i sintomi connessi all’ipertermia. Conservare tutti i farmaci nella loro confezione, lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta. Durante la stagione estiva conservare in frigorifero anche i prodotti che prevedono una temperatura di conservazione non superiore ai 25°-30°C.
  • 10. Prestare attenzione ai soggetti a rischio. In caso di temperatura elevata, prestare attenzione a parenti o vicini di casa anziani che possono avere bisogno di aiuto, soprattutto se vivono soli, e segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento.

Cerca nel sito