BLOG SEDUZIONE: Come Conquistare "L'uomo FIGLIO"

  • 2014-03-24 15:12:25

Come riconoscerlo

E' il tipo di uomo che non cresce mai, l'eterno bambino con tutto il bene e il male che ne conseguono. Mutevole, capriccioso, attirato dai divertimenti e dalla vita facile, ma nello stesso tempo capace di grandi slanci e di grande dolcezza è un uomo faticoso e affascinante, che va rincorso, coccolato e, contemporaneamente, tenuto sulle spine. Non di rado ha una personalità per certi versi duplice: c'è chi lo descrive come serio, volenteroso, stacanovista e c'è chi, invece, lo considera superficiale e inaffidabile.


Mosse giuste: Ascoltatelo molto


  • 1) A tutti gli uomini piace parlare di se stessi, ma per l'uomo-figlio si tratta di una vera e propria necessità. Ne ha bisogno ma, come del resto capita quasi a tutti, molto raramente riescono ad avere questa opportunità, perchè nessuno ha più la voglia o il tempo di stare a sentire qualcun altro con interesse e desiderio di condivisione. Allora, per conquistarlo, ascoltatelo.

  • 2) Sollecitate i suoi racconti, permettetegli di parlarvi delle sue esperienze e delle sue speranze, della sua infanzia, dei suoi amici, dei suoi amori passati. Mostratevi sempre interessate a quello che dice. Di più: coinvolte e affascinate.

  • 3)Così riuscirete a creare tra voi una calda atmosfera d'intimità, che per lui avrà più valenza emotiva di quella che potrà stabilirsi nel momento in cui farete l'amore. Un'atmosfera amichevole e affettuosa che lo farà sentire amato e coccolato e che, quindi, produrrà in lui un benessere emotivo che potrebbe costituire la premessa per l'innamoramento.

Cosa non fare

  • 1)Non fate commenti negativi su di lui o sulle sue azioni, ma fatelo sentire approvato e compreso. Non mostratevi troppo autoritarie, intransigenti, bacchettone, ma neppure deboli, sottomesse e prive d'iniziativa. Dategli, cioè, l'impressione di essere equilibrate, affidabili e protettive, senza tuttavia scivolare nell'eccesso.

  • 2) Trasmettetegli anche la sensazione di essere indulgenti nei confronti delle intemperanze, degli errori, dei repentini cambiamenti di rotta. Ridete spesso, sdrammatizzate ogni situazione, fategli capire che avete grande rispetto per le scelte e per la libertà altrui, ma che siete anche sempre pronte ad aiutare chi, dopo aver sbagliato, vi chiede aiuto.

Cerca nel sito