Come risvegliare il metabolismo

  • 2014-03-26 15:38:25
Il metabolismo è l’insieme delle reazioni chimico-fisiche alimentate dalle calorie introdotte con l’alimentazione. E' il motore dell’organismo, che è diverso da persona a persona, ed è per questo motivo che in alcuni individui mangiare tanto non implica per forza un aumento di peso.


Ecco come svegliare il metabolismo per bruciare più calorie

Privilegiare gli alimenti che danno energia. Per accelerare il metabolismo occorre introdurre nella propria dieta:

  • 1) cereali integrali (danno energia di lunga durata e rimandano la fame)

  • 2) Verdure (ricche di vitamine, acqua e minerali e poche calorie rispetto alla frutta. Regalano un senso di sazietà)

  • 3) Crostacei e pesce (sono ricchi di iodio che stimola la tiroide)

  • 4) Formaggi (contengono tiramina, una sostanza che viene trasformata in adrenalina)

  • Caffè (la caffeina svolge un’azione brucia grassi, stimola la produzione di adrenalina). E’ bene non esagerare

  • 5) Mangiare cinque volte al giorno. Colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena: quando si mangia si mette in moto la macchina metabolica e si bruciano calorie; più pasti favoriscono il calo di peso e permettono di non arrivare affamati al pasto successivo.

  • 6) Fare una colazione abbondante. Chi salta la colazione o resta a digiuno per ore, sollecita l’organismo a rallentare le sue funzioni metaboliche per risparmiare energia e immagazzinare tutte le calorie possibili sotto forma di scorte di grasso.

  • 7) Limitare i carboidrati. Digerire richiede energia. Rispetto ai carboidrati, gli alimenti proteici richiedono un lavoro maggiore di metabolizzazione. Il pane e la pasta non vanno eliminati (non si dovrebbe scendere sotto i 100.120 grammi di zuccheri al giorno) mentre la quantità giusta di proteine è un grammo per ogni chilo di peso. Tra grassi e condimenti, bisognerebbe rispettare la quota di 60 grammi

  • 8) Consumare piatti leggeri a cena. La sera si bruciano meno calorie rispetto al giorno. Si consiglia di assumere la maggior parte di calorie nella prima parte della giornata
  • 9) Bere molta acqua durante i pasti. Non ha calorie e non gonfia ma contribuisce al senso di sazietà

  • 9) Evitare diete drastiche. Producono un rallentamento del metabolismo e predispongono l’organismo a riprendere i chili persi appena si interrompe la dieta (effetto yoyo)

  • 10) Dormire almeno sette ore. L’insonnia o le alterazioni del sonno provocano alterazioni metaboliche e innescano la fame. Leggete come dormire bene

  • 11) Fare costante esercizio fisico. Nuoto, palestra, bici ma anche una semplice camminata di venti minuti al giorno permette di bruciare più grassi e meno glicogeno muscolare. Anche piccole azioni contribuiscono a stimolare il metabolismo (fare le scale, scendere dal bus ad una fermata prima, portare a spasso il cane,ecc).  Per chi preferisce camminare si consiglia di non fare meno di 10 mila passi al giorno prima dei 25 anni, e non meno di 5 mila dopo i 25 anni.

  • 12) Meglio praticare sport a giorni alterni. Dopo lo sport, infatti, il metabolismo resta accelerato per diverse ore e si brucia più in fretta. Alternare i giorni permette di mantenere un consumo energetico sempre più alto del normale

  • 13) Allenare i muscoli. La massa magra ha un’attività metabolica superiore alla massa grassa. Aumentano i muscoli si innalza il metabolismo anche a riposo

  • 14) Non tenere i riscaldamenti al massimo. Le temperature più basse costringono il metabolismo a lavorare di più per far fronte alla differenza termica tra l’esterno e il corpo.

Esistono infine, centri privati e alcuni reparti ospedalieri per la cura dell’obesità, dove è possibile fare l’esame del proprio metabolismo basale a riposo, che rappresenta il 70% del metabolismo. Con questo esame si possono calcolare le calorie da assumere, la dieta, lo sport più giusto da praticare ma anche i tipi di alimenti che si bruciano meglio.

Cerca nel sito