Dieta alimentare con troppe proteine dannosa agli over 50 anni

  • 2014-03-06 10:06:03

carne

Carne e formaggi pericolosi come le sigarette per gli over 50

Meglio ridurre la quantità di proteine e assimilarla da pesce e legumi

A stabilirlo, uno studio dell'italiano Valter Longo dell'Università di Davis pubblicato su Cell Metabolism, secondo il quale superati i cinquant'anni, una dieta alimentare basata su carne e formaggi è dannosa come fumarsi sigarette, perchè esporrebbe a rischi di cancro, fino quattro volte di più e raddoppierebbe i rischi per altre malattie e scompensi fisici. Il ricercatore ha spiegato, sul risultato di un test effettuato su oltre 6.300 persone dai 50 anni in su, che in realtà una dieta proteica equivale ad assimilare dalle proteine il 20% dell'introito calorico giornaliero. Per un adulto di 60 chili significa mangiare 150 grammi di carne rossa e cento grammi di mozzarella al giorno. Una dieta a basso contenuto proteico corrisponde ad assumere meno del 10% delle calorie giornaliere da proteine.
 
Gli esperti hanno osservato che chi adotta una dieta eccessivamente ricca di proteine animali ha un rischio di morte per tutte le cause del 74% più alto rispetto a chi ha una dieta a basso contenuto proteico. Il rischio di morire per cancro è del 353% in più, ovvero più che quadruplicato. Per confronto, il rischio di morte per cancro di un tabagista è del 300% in più(quadruplicato) di quello di un non fumatore. Il problema, spiega Longo, è che le proteine della dieta aumentano un fattore di crescita, IFG-1, legato a molte malattie. Dopo i 65 anni, invece, va bene mangiare qualche proteina in più, precisa Longo, perché a quell'età IFG-1 diminuisce e si comincia a perdere peso e a essere più deboli. Meglio invece una dieta più equilibrata basata su un consumo costante di pesce e legumi che secondo Longo, per una persona di 60 Kg dovrebbe prevedere circa 100 gr di salmone e 200 gr di ceci al giorno, proteine naturali e molto più salutari.

Cerca nel sito