Fisiognomica: Riconoscere i criminali

  • 2014-03-24 20:26:01
....nella foto in basso Esempi di fisiognomica di criminali, secondo Cesare Lombroso "Rivoluzionari e criminali politici, matti e folli".....
384px-Lombroso_1
"Quella persona sembra proprio un criminale!"  Hai mai sentito una frase del genere? Immagino di si, visto che esistono dei meccanismi inconsci che spesso ci fanno associare una determinata personalità a soggetti del tutto sconosciuti.... e soltanto guardandoli in faccia!   Nel corso della storia in campo di applicazioni forensi, i criminologi hanno sempre valutato i casi basandosi sostanzialmente su metodi generici ed eugenisti (discriminatori), come la frenologia e la fisiognomica messa in pratica da Cesare Lombroso, fino a raggiungere oggi risultati ancora più sorprendenti e plausibili grazie alle moderne scoperte in campo scientifico. Diversi studi hanno provato infatti, una stretta correlazione fra alcune caratteristiche somatiche del viso (come la larghezza) e la determinazione del carattere. Infatti Justin Carré e Cheryl Mc Cormick della Brock University hanno esaminato i volti di 90 giocatori di hockey su ghiaccio. Il risultato è stato oggettivo, c'è una correlazione significativa fra l'aggressività e la larghezza del viso: più è largo e più si sarebbe aggressivi e dominanti, e questo dipenderebbe secondo gli studi, da una quantità maggiore di testosterone nell'individuo. E pare che grazie ad un nostro meccanismo evolutivo saremmo in grado di percepirne la presenza  nel soggetto con il quale dialoghiamo.

Ma ritornando alla fisiognomica, lo psicologo Paul Ekman nei suoi scritti, ha dimostrato come abbia una notevole importanza la comunicazione non verbale, presa in considerazione anche dai moderni crimologi forensi, secondo la quale permetterebbe agli esperti di capire, sull'osservazione di gesti e posture o anche da soli MOVIMENTI OCULARI da parte del soggetto esaminato, se costui sta mentendo, se è un soggetto tendenzialmente pericoloso, se è un violento, ecc. A tal proposito ho trovato un video dimostrativo di Paul Ekman sui segnali oculari, in sintesi "l'indicatore comportamentale" del soggetto...
In questo video si vede una persona che risponde ad alcune domande che spingono il soggetto a pensare a diverse esperienze vissute...
Ad esempio: Di che colore era la stanza in cui vivevi quando eri un bambino?

Come vedi gli occhi vanno in alto a destra verso una scritta Vr che significa Visivo Ricordato... Se te la cavi con l'inglese, sarai in grado di capire tutte le domande che gli vengono poste.

Esiste inoltre sul web un sito chiamato "https://picktheperp.com/ che è una sorta di "gioco" con il quale potersi allenare nell'individuare così "a pelle" quello che secondo te ha i tratti che potrebbero corrispondere ad un vero delinquente, su un campione di varie foto di gente comune e di criminali veri. Sembra strano ma vero, questo sito viene utilizzato regolarmente anche dai laureandi in criminologia e per studi scientifici...

Ed ora tocca a te: PROVA A TESTARE LA TUA ISTINTIVITA' CON QUESTO GIOCO E SCOPRIAI  SE A PELLE SAI RICONOSCERE UN CRIMINALE!

N.B. CI TERREI A PRECISARE UNA COSA: nonostante questi studi siano fondati, quando non si è veri esperti del settore è un grosso errore IMPROVVISARSI SHERLOCK HOLMES, OSSERVANDO TUTTI IN FACCIA CON LA LENTE DI INGRANDIMENTO  E CON ARIA SOSPETTA!  Non commettere  dunque l'errore di GIUDICARE IN MODO IMPROPRIO UN'ALTRA PERSONA basandoti completamente sulla tua emotiva istintività. LUNGI DA ME CON LA PUBBLICAZIONE DI QUESTO ARTICOLO, L'IDEA DI INSINUARE LO SPUNTO DI GIUDICARE UNA PERSONA SOLTANTO DAI SUOI GESTI PARAVERBALI, gli esperti sanno perfettamente da bravi professionisti come gestire il delicato equilibrio tra le proprie emozioni e il mettere in pratica certe tematiche, IL RISCHIO PIU' PROSSIMO PER  GLI EMOTIVI INCOMPETENTI, SAREBBE VEDERE GENTE PERICOLOSA DAPPERTUTTO E AVERE MANIE DI PERSECUZIONE...... dunque OCCHIO A COME INTENDETE CERTE COSE! ;)  .....SE AVETE VOGLIA DI GIOCARE, FATELO SUL SITO CHE HO CITATO PRIMA (il link è cliccabile) :D


 

Cerca nel sito