Sindromi psicologiche e fisiche particolari

  • 2014-03-24 12:44:36

 sindromi-strane

Al mondo esistono tante sindromi psicologiche e fisiche particolari a volte del tutto ingiustificate, di cui noi forse non ne siamo neanche a conoscenza - che rendono la vita difficile a molte persone. Osservando un documentario della National Geographic che affronta l'argomento, mi rendo conto che convivere con malattie inspiegabili e senza trovare una cura, non è cosa facile. Vediamo insieme 4 strani casi di sindromi psicologiche e fisiche particolari.

SINDROME COMPULSIVA OSSESSIVA

Il primo caso è quello di Charles. Questo giovane originario di Chigago, soffre di una strana sindrome compulsiva ossessiva che lo porta a fare gesti ripetitivi, sollecitato da continui pensieri ansiogeni. Una macchia per terra, lo spazio fra due mattonelle o il cestino dell'immondizia, rappresentano per lui una fonte di preoccupazione: dei segni nefasti del destino, che lui esorcizzerebbe commettendo gesti scaramantici a ripetizione, come il buttare e riprendere il sacchetto dal cestino per 10 volte, ad esempio. Oggi Charles sta cercando di superare le sue fobie, grazie ad una terapia chiamata "di esposizione", che consiste nel "sopraffare" i suoi timori. Se ad esempio, l'idrante per Charles rappresenta un oggetto di sfortuna associato al lavoro, lui ci si siede fisicamente sopra, convincendosi di dominare la fonte del suo disagio.

sindrome-compulsiva-ossessiva



SINDROME NEONATALE PROGEROIDE

Il secondo caso è quello di Lizzie. Questa ragazza 23enne di Austin in Texas, soffre di una rara malattia genetica, chiamata Sindrome Neonatale Progeroide. Questo, la porta ad essere estremamente magra, priva di tessuto adiposo, esposta facilmente alla disidratazione, nonostante mangi quantità illimitate di cibo ipercalorico. Cieca ad un occhio, purtroppo il suo aspetto è comparabile a quello di una donna del doppio della sua età. E sia nella vita che sul web, questa ragazza è diventata mira di bullismo: i suoi compagni di scuola da piccola la chiamavano "befana", o "vecchia" e alcuni utenti postando le sue foto su internet, l'hanno indicata come la donna più brutta del mondo. Possiamo immaginare i vari commenti scritti: "perchè non ti suicidi", "i tuoi genitori vedendoti così brutta, perchè non hanno fatto nulla per migliorarti?", e cose simili. Dopo essersi rivolta per anni al sostegno psicologico e medico dei dottori, Lizzie ha deciso di cambiar atteggiamento. Ora è lei che espone corsi di "motivazione" a bambini di età scolare, e mediante la sua testimonianza, stimola questi a non mollare mai nella vita, qualunque sia il loro problema, fisico o psicologico. Il suo obiettivo principale è laurearsi in scienze della comunicazione, affinchè un giorno possa diventare un esperto motivatore.

Sindrome Neonatale Progeroide lizzie



IPERSENSIBILITA' ALLE ONDE ELETTROMAGNETICHE

Il terzo caso è quello di Anne e Bernadette . Le due signore, originarie di Beaumugne, un paese della Francia Meridionale, soffrono di una sindrome misteriosa: Ipersensibilità alle onde elettromagnetiche. Esposte, accuserebbero fortissime emicranie, arrossamento della pelle e dolori muscolari, senza tregua. Poichè, in un mondo tecnologico come il nostro, è praticamente impossibile evitarle, le due amiche hanno deciso così di lasciare la città per andare a vivere in una grotta, in mezzo alle Alpi. Per lavarsi, scendono velocemente nella scarpata dove trovano ospitalità presso una vicina di casa, che offre loro il suo bagno; e tutto il giorno cercano di evitare l'esposizione alle onde elettromagnetiche solari, coprendo con appositi pannelli e reti metalliche, le crepe nella roccia da dove potrebbe penetrare la luce del sole. La figlia di Anne, provvede  giornalmente alle scorte di cibo necessarie al sostentamento. Ma nonostante il problema affligga gravemente le due amiche, per la medicina ufficiale questa patologia che potremmo definire "allergia alle onde elettromagnetiche", in realtà non trova alcun fondamento. Secondo i dottori, l'atteggiamento delle due signore è spiegabile in una forma di fobia contraria all'effetto placebo, detta "effetto nocebo": a causa di un meccanismo perverso psicologico, le signore somatizzano realmente i malori sul loro corpo,  scaricando le colpe alla moderna tecnologia. sindrome-ipersensibilita-onde-elettromagnetiche-anne-bernadette

CORPO ASIMMETRICO: una parte è più grande dell'altra

Il quarto, e ultimo caso, è quello di  James, un ragazzo affetto da una sconosciuta malattia genetica ancora in fase di studio, che gli hanno determinato un'insolita colorazione a chiazze rossastre sulla pelle e il suo corpo è visibilmente asimmetrico: metà lato è più grande dell'altro. Per le calzature, è costretto a prendere una scarpa di 1 numero e mezzo più grande rispetto all'altra; la pancia, il sedere e la gamba sinistra hanno più tessuto adiposo rispetto all'altra gamba. E inoltre, l'avanzare di una grave ulcera ad una gamba, lo preoccupa in modo particolare. E così combattuto e preoccupato, di essere affetto chissà da quale malattia grave, James ha deciso di sottoporsi a visita medica. Studiandolo da testa a piedi mediante un completo check up, i medici sono arrivati alla conclusione che la sua asimmetria è da ricondurre ai primi mesi di gestazione. Infatti, probabilmente sarà accaduto qualcosa a livello cellulare nel periodo fetale; ma non sanno esattamente di che si tratti. Tuttavia alcuni problemi estetici come le chiazze rosse e il grasso adiposo localizzato, sono facilmente risolvibili mediante l'intervento chirurgico. Per quanto riguarda l'ulcera, il problema è ben diverso: il grasso adiposo ad una gamba, gli ha causato lo strozzamento di un'arteria principale, per  un tratto lungo 50 cm. Inevitabilmente l'ulcera è il risultato di uno stato infiammatorio grave avanzato, al quale occorre immediatamente intervenire per evitargli la cancrena. Ma James, ha deciso di affrontare il suo problema con positività, nella speranza che i dottori prima o poi arrivino al nocciolo del suo problema, offrendogli tutte le risposte di cui ha bisogno.

sindromi-genetiche

 

Cerca nel sito