In Bolivia si celebra "Il giorno dei teschi"

  • 2014-02-03 15:47:33
giorno-dei-teschi-bolivia2
Si tratta di un culto pagano celebrato in Bolivia l' 8 Novembre di ogni anno, ma tollerato dalla chiesa cattolica locale e consiste nel celebrare teschi veri e propri di persone defunte, che la gente usa tenere in casa nella speranza che questi portino denaro e fortuna. A parte alcune eccezioni, solitamente non sono teschi di parenti, ma di resti acquistati al mercato nero: infatti nel paese per legge dopo otto anni dalla sepoltura, si rimuovono le ossa dalle tombe per incenerirle ed è proprio durante queste occasioni che gli "sciacalli di turno" ne approfittano per sottrarre e destinarle al mercato nero. Ma perchè proprio teschi? La spiegazione sta in un'antica credenza andina che sostiene che le persone abbiano sette anime, delle quali una rimarrebbe imprigionata nel cranio. I boliviani pensano che questo spirito abbia il potere di visitare le persone nei sogni, curarle e proteggerle. Ecco perché conservano i teschi, chiamati nella loro lingua "natitas" su altari di fortuna, assegnando loro nomi di fantasia, come "Basilio" per esempio il teschio che appare nel video, la cui proprietaria assicura di ricevere protezione dagli incidenti e fortuna in ogni cosa.

Cerca nel sito