Biografia di Zoe Mozert – Pin up Artist

  • 2013-12-29 12:56:59
Mozert-photo2 Alice Adelaide Moser in arte  Zoe Mozert, è nata il 27 aprile 1907 a Colorado Springs. Suo padre era un ingegnere meccanico e fu famoso per aver inventato  e brevettato  una particolare valvola in ghisa per stufe. Infatti l' invenzione di suo padre portò presto alla ricchezza la sua modesta famiglia e di conseguenza Zoe fu in grado di poter frequentare una scuola privata  in Virginia. Dopo il diploma Zoe si iscrisse alla Scuola d'Arte Lafrance, dove il suo lavoro fu molto apprezzato dai redattori dell'epoca tanto che i suoi disegni apparvero su molte copertine di giornali molto in voga in quel periodo, come  "Uncanny Tales”, “Western Story”, “Marvel Tales” e molti altri. Dal 1925 al 1928 Mozert si iscrisse a corsi avanzati di grafica presso la  "Philadelphia Museum School of Industrial Art", e per pagarsi gli studi  decise di  posare nuda come modella presso la stessa scuola e di fronte a prestigiosi artisti come  Earl Moran.      Zoe posa per Earl Moran
A scuola, Zoe conobbe molti altri artisti che come lei sarebbero diventati poi noti Pin-up artist. Tra i suoi contemporanei ricordiamo H. J. Ward che progettò copertine per riviste come "Spicy Mystery",  ispirandosi a lei.  Purtroppo, la carriera di Ward fu interrotta presto a causa di un tumore al polmone e morì all'età di 35 anni il 7 febbraio 1945.
Nel 1932 Zoe si trasferì a New York per cercare lavoro come illustratrice free-lance. I suoi primi lavori furono per la rivista "True Story". Nel 1933 vinse una borsa di studio presso l'Art Students League, e nel 1934  creò alcune copertine per riviste pulp, che le avrebbero aperto la strada al mondo della cinematografia, come addetta alla progettazione dei manifesti per i film. I lavori di Zoe erano così affascinanti, eleganti e sexy, perfetti per campagne pubblicitarie (come per i cosmetici IRRESISTIBILE) e per i film di Hollywood. locandine pubblicitarie cosmetici

     Locandine Film Nel 1937 fu assunta  dalla Paramount Pictures per creare il poster del film di Carole Lombard, "True confession". Ma la locandina  del film più clamoroso della carriera di Zoe fu, senza dubbio, la rappresentazione  di Jane Russell per il film "The Outlaw", che ispirò l'inventore  Howard Hughes a creare un modello di reggiseno particolare che sollevasse i seni decadenti, con dei ferretti cuciti dall'interno, sotto il seno. Howard Hughes fu un ingegnere, inventore e un uomo ossessionato dal seno delle donne, quindi dobbiamo a lui il prototipo dei moderni reggiseni, poco apprezzato dalle ragazze dell'epoca, perchè l'idea di avere il seno sorretto da "un'impalcatura"di ferretti,  poteva risultare scomodo e poco confortevole. Decenni dopo la Playtex sulla falsa riga di Hughes, immise sul mercato dell'intimo i moderni reggiseni studiati sicuramente con più cura per assicurare comfort alla donna. Nel 1941  firmò un esclusivo contratto di quindici anni come  Top  Pin-up artist per la casa editrice Brown & Bigelow, la quale stipulò esclusive anche con altri artisti talentuosi alla pari di Zoe come Rolf Armstrong, Gil Elvgren, e Earl Moran. Nel 1945 Zoe Mozert si trasferì ad Hollywood dove lavorò come consulente d'arte e come artista;  nel '78 si ritirò a Sedona, dove continuò a lavorare come artista, morendo all'età di 85 anni nel 1993. I suoi primi dipinti  tutt'oggi sono molto ricercati dai collezionisti, basti pensare che un'illustrazione originale su internet è stimata per un valore di ben 6.500 dollari.

Cerca nel sito