VIDEO TUTORIAL: Vocal Coach - Emissione Sonora, nella Tecnica del Canto Moderno (ESEMPI)

  • 2014-03-27 07:12:52
In questo video ci si concentra sulla emissione di tipo nasale, tecnicamente considerata un difetto; nell'ambito del canto moderno può essere, comunque, considerata una questione di gusti... per esempio, alcuni cercano un suono nasale nella convinzione (secondo me errata) di riuscire in tal modo ad imitare sonorità di tipo "soul" o "black"!!! Devo comunque dire che quasi sempre un allievo, quando capisce come impostarsi correttamente, ammette di preferire di gran lunga la nuova e più "aperta" sonorità.

Inoltre la nostra Vocal Coach Cheryl Poreter, scrive: SOMMARIO "Molte persone spesso mi chiedono come si può migliorare la risonanza, il suono e l'intonazione della voce; prima di affrontare cose nuove con un cantante, preferisco prima prendere in considerazione la sua situazione attuale, per vedere se c'è qualche piccolo "vizio" da correggere nella sua tecnica. Il problema tecnico più ricorrente che osservo nei cantanti di canto moderno è quello legato ad una emissione nasale, o come si può anche dire, nasalizzata. Poichè siamo "noi" lo "strumento" che stiamo suonano, quando cantiamo dovremmo cercare di "visualizzare" il suono per capire in quale direzione lo stiamo focalizzando, e, in questo caso specifico, se l'emissione avviene dalla bocca o se invece anche dal naso. A tal proposito, nell'ambito del canto moderno ci si può imbattere in diverse "scuole di pensiero", e può capitare di trovare persone che sostengono l'utilità, vuoi limitatamente ad alcuni particolari contesti, o vuoi per ottenere una determinata sonorità, di una emissione di tipo nasale. Come dico spesso in questi casi, è anche una questione di gusti, se piace così. Ci sono poi alcuni generi, come il Country e talvolta il belting nei Musicals in cui la sonorità può essere facilmente confusa con una di tipo nasale. Se pensiamo per un attimo ai vari strumenti musicali, ed in particolar modo quelli a fiato, ognuno di essi presenta delle "vie d'uscita" preferenziali per il suono, e sono proprio queste a contribuire alla pienezza del timbro caratteristico dello strumento; allo stesso modo, risulta abbastanza evidente che nel caso della voce questo ruolo è rivestito dalla bocca. Pertanto, c'è un piccolo "test" che ognuno di noi può facilmente eseguire mentre sta cantando per capire se e quando l'emissione risulta nasale. Nel primo esempio, ogni volta che chiudo le narici si avverte un brusco calo di intesità e una chiusura del timbro, segno che la vocale è nasalizzata. Nel secondo esempio, non si avverte alcuna differenza, nè di intensità che di timbro, al chiudere o riaprire delle narici: il suono sta fuoriuscendo completamente dalla bocca, e si avverte anche una migliore qualità del timbro rispetto al primo esempio. Nel terzo esempio, passo alternativamente dalla emissione nasale a quella via bocca, mantenendo le narici sempre aperte; si può apprezzare la differenza timbrica dei due tipi di emissione. Il video conclude con alcuni brevi esempi di un brano cantato."


Esempi

Cerca nel sito