Tutorial ricette di Pasqua: MENU' PASQUALE completo

  • 2014-01-20 19:23:17

Pasqua è già alle porte  e per chi ancora non ci ha pensato, ecco alcune idee originali per un MENU’ PASQUALE con i fiocchi!

ANTIPASTO: Tris di tartine 1° PIATTO: Lasagne ai carciofi 2° PIATTO: Polpettone d'agnello alla sarda DOLCE: Dolce di Pasqua               

Tris di tartine



Tartine - Antipasti Semplici e Veloci, facili da fare in casa e irrisestibili. Piaceranno a tutti. Ecco come preparare le tartine!

Ingredienti Ricetta Tartine

Per 8-10 Mini Roll 1 fetta (80 g circa) di pane da tramezzini 70 g circa di formaggio spalmabile 70 g di prosciutto cotto Qualche foglia di rucola

Per 8 Maxi Roll 1 fetta (80 g circa) di pane da tramezzini 120 g (2 medie) di uova Qualche stelo di erba cipollina q.b. di sale Qualche foglia di insalata gentile 50 g di salsa tartara Per la frittata: 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva

Per 8 tartine a fiore 1 fetta (80 g circa) di pane da tramezzini 50 g di salsa tartara 20 g circa (4 medi) di pomodorini 15 g circa (8) di olive nere Qualche foglia di insalata gentile Facoltativo: 10 g di formaggio spalmabile Q.b. di glassa all'aceto balsamico

Per 16 tartine triangolari 3 fette (240 g circa) di pane da tramezzini 30 g di pate' di olive nere 50 g di formaggio spalmabile 50 g di gorgonzola dolce 100 g di salmone affumicato 50 g (8 pezzi) di gamberi 20 g circa di uova di lompo nere o rosse

Preparazione Tartine - Antipasti Semplici e Veloci

1. PREPARAZIONE DEI MINI ROLL
Foderare un tagliere con un foglio di pellicola e collocarvi una fetta di pane bianco o pan carré. Ricoprire con un altro foglio di pellicola trasparente e pressare delicatamente facendo scorrere il matterello. Ricoprire la fetta di pane con il formaggio spalmabile, dunque farcire con rucola e prosciutto cotto, lasciando un paio di cm di bordo libero. Arrotolare la fetta di pane bianco su se stessa, iniziando dal lato lungo e continuando a stringere. Durante questa fase, si consiglia di agevolare l’arrotolamento con la pellicola trasparente. Lasciar raffreddare il rotolino in frigo per un’ora. Rimuovere il rotolino e tagliarlo a fette larghe 1.5-2 cm.

2. PREPARAZIONE DEL MAXI ROLL (alternativa più elaborata dei bocconcini di tartine preparati in precedenza)
Per prima cosa, preparare la frittata per la farcitura. In una ciotola, battere velocemente le uova con un frustino, aggiungendo un pizzico di sale ed un trito di erba cipollina. Scaldare una padella, ungere con un goccio d’olio e versare il composto di uova. Cuocere 2-3 minuti, a fiamma moderata fino a quando la frittata si è asciugata. Lasciar raffreddare. Nel frattempo, foderare un tagliere con un foglio di pellicola e collocarvi una fetta di pane bianco. Ricoprire con un altro foglio di pellicola trasparente e pressare delicatamente facendo scorrere il matterello. Spalmare il pane con uno velo di salsa tartara e ricoprire con la frittata - precedentemente tagliata a strisce - e con una foglia di insalata. Arrotolare la fetta di pane su se stessa, iniziando dal lato corto. Durante questa fase, si consiglia di agevolare l’arrotolamento con la pellicola trasparente. Lasciar raffreddare il rotolino in frigo per un’ora. Rimuovere il rotolino e tagliarlo a fette larghe 1 cm.

3. PREPARAZIONE DELLE TARTINE A FIORE CON COCCINELLA
Con un coppapasta tagliare il pane bianco ed ottenere così 8 fiori. Spalmare i fiori di pane con la salsa tartara e collocare una fogliolina d’insalata (o di basilico). Realizzare ore le coccinelle con i pomodorini. Tagliare i pomodorini a metà, rimuovendo eventualmente i semi interni. Incidere la parte terminale dei pomodorini con un coltello, formando così le ali della coccinella. Sistemare ogni mezzo pomodorino inciso sopra i fiori di pane farciti. Sistemare poi un’oliva nera vicino al pomodorino e riempire con 2 pezzi di erba cipollina: l’oliva nera sarà la testa della coccinella. A questo punto, con piccole gocce di glassa al balsamico, realizzare le tipiche chiazze nere sopra al pomodorino. Disegnare gli occhi della coccinella utilizzando del formaggio spalmabile. La tartina “fiore con coccinella” è pronta.

4. PREPARAZIONE DELLE TARTINE TRIANGOLARI
Lessare i gamberi in acqua bollente per un paio di minuti. Scolarli dall’acqua e lasciarli raffreddare. Sistemare una fetta di pane bianco sopra al tagliere. Farcire con formaggio spalmabile e paté di olive nere. Sistemare un’altra fetta di pane bianco sul tagliere e farcire con gorgonzola e salmone affumicato. Collocare la seconda fetta sopra alla prima e coprire con una terza. Tagliare il blocco di pane farcito in due metà e, da ogni parte, ricavare 2 triangoli. Tagliare poi ogni triangolo in due, ottenendo così tartine più piccole. Decorare ogni tartina con un cucchiaino di uova di lompo ed un gamberone bollito.

Alternative e idee
In questo video abbiamo proposto 4 versioni di comuni tartine. Chiaramente, ci si può divertire a trovare l’abbinamento migliore:

Salsa rosa, gamberetti ed aneto
Lenticchie e cubetti di cotechino
Yogurt greco, cetriolo, aglio, salmone
Ravanelli, gamberi, maionese
Prosciutto e funghi trifolati

Lasagne ai carciofi

Lasagne con carciofi, besciamella, parmigiano e mozzarella. Buone? Di più! Questa ricetta è facile da preparare e dà delle belle soddisfazioni.


INGREDIENTI:
lasagne secche, 250 g circa
carciofi, 6
mozzarella tagliata a fettine, 250 g
parmigiano grattugiato, 80 g
aglio, 1 spicchio
prezzemolo tritato, 1 ciuffo
limone, 1 (il succo)
sale, q.b.
olio extravergine d'oliva, q.b.

PER LA BESCIAMELLA:
latte, 1 litro (preferibilmente latte intero)
burro, g 55
farina tipo 00, g 55
noce moscata, 2 pizzichi
sale, q.b.


Polpettone d'agnello alla sarda

Ricetta gustosissima da preparare in occasione della Pasqua: Polpettone di agnello alla sarda. Lo chef di canale RETE8 ci dirà tutti gli accorgimenti per realizzarlo in pochi minuti.


Dolce di Pasqua

Ecco una mia versione della tipica colomba (ma non oso definirla in questo modo perchè l’impasto rimane basso, più simile a quello d una torta appunto ^^) comunque un ottimo dolce pasquale, da proporre anche ai non vegani!!

Ingredienti:
400 g di farina  manitoba
100 g di farina integrale
100 g di margarina
un panetto di lievito di birra
la scorza grattugiata di 2 arance
100 grammi di mandorle tritate più 4 manciate di mandorle intere
50 grammi di nocciole tritate più 3 manciate di nocciole intere
due cucchiai di olio di girasole
4 tazze di succo d’agave
200 ml di acqua
due tazzine di latte d’avena

Procedimento:

Mescolate gli ingredienti liquidi (la margarina fatta sciogliere precedentemente a bagnomaria, olio, latte ,l’acqua e il lievito fatto sicogliere in una tazzina d’acqua tiepida) e aggiungete la frutta secca e la scorza d’arancia. Aggiungete la farina e mescolate fino ad ottenere un composto morbido (se è il caso, aggiungete altri liquidi..)…

Lasciate il composto a lievitare in un ambiente caldo, coprendo il contenitore con un canovaccio, per almeno due ore. A questo punto versate in uno stampo abbastanza alto e lasciate cuocere in forno per almeno 40 minuti a 200 gradi (ma fate sempre la prova della forchetta, la mia è venuta poco cotta, anche se molto buona!!!). Infine con un coltello largo spalmate sulla superficie della torta un velo di succo d’agave.
Il sapore non ha nulla da invidiare a quello della tipica colomba (anche i non vegani della famiglia hanno gradito molto ^^)

Cerca nel sito