Cucina etnica: Nummoora (Siria) - Dessert

  • 2014-03-23 18:39:36

INGREDIENTI:

utilizzate UNA TAZZA DA LATTE (circa 500 ml) COME MISURINO
  1. 1 tazza di semolino
  2. 1 tazza di zucchero
  3. 1 tazza con 1 vasetto di yogurt diluito ad acqua
  4. 1 cucchiaino da te di Lievito in polvere per dolci
  5. 1 noce di burro per imburrare la teglia
  6. 1 cucchiaio di Crema di Sesamo (Tahina) - facoltativo -

per lo sciroppo:

prendete come misurino un bicchiere per l'acqua (250 ml circa)
  1. 1 bicchiere di zucchero
  2. 1/2 bicchiere di acqua
  3. 1/2 succo di 1 limone
  4. 1/2 fiala d'aroma liquida ai fior d'arancio (aumentare o diminuire a seconda dei gusti)
  5. 1 cucchiaino di burro - facoltativo -

PER GUARNIRE:

  1. q.b. farina di cocco disidratato
  2. q.b. mandorle intere
 

PREPARAZIONE:

In una terrina versate il semolino, lo zucchero, lo yogurt miscelato ad acqua, il lievito in polvere e amalgamare bene tutti gli ingredienti con una spatola di legno. Lascia riposare l'amalgama per 2 ore in frigo. Passato questo periodo, imburrate una teglia (possibilmente in ceramica, altrimenti antiaderente andrà bene comunque) e se avete a disposizione la crema di sesamo, spalmatela sul fondo della teglia e infine versate tutto l'impasto. Mettere nel forno preriscaldato a 180 gradi per un tempo medio di 35 minuti. Il sopra del dolce dovrà risultare di un colorito bruno. Nel frattempo preparate lo sciroppo. Fate bollire in un pentolino a fiamma bassa lo zucchero, l'acqua, poi il succo del limone, l'aroma d'arancia e il burro. Togliete il pentolino dal gas.

Ritirate la teglia dal forno e quando è ancora caldo, tagliate il dolce nel senso della lunghezza e della larghezza, ottenendo dei quadratini; versate su lo sciroppo tiepido aiutandovi con un cucchiaio e versate a pioggia la farina di cocco, creando un manto bianco come nel tutorial. Infine sopra ogni quadratino adagiatevi una mandorla. E' importante che il tutto si raffreddi bene prima di servirlo, altrimenti quando andrete a staccare i pezzetti dalla teglia, rischierete di sbriciolarli. Servite singolarmente in dei piattini da dessert.

Cerca nel sito