Viaggi e vacanze: Varsavia, Danzica, Cracovia

  • 2014-02-02 12:27:17

Varsavia-piazza-medievale-del-mercato

Riflettori puntati sulle belle e spesso sconosciute città della Polonia, le stesse che l'anno scorso hanno ospitato gli europei del 2012, Varsavia, Danzica e Cracovia, che hanno il vantaggio economico di pesare poco alla tasca! Eccovi una piccola guida viaggi e vacanze per scoprire i punti più interessanti da visitare. Vediamoli insieme

Varsavia, il cuore della Polonia

Varsavia, la capitale polacca, è sicuramente una città non solo molto affascinante, ma anche dinamica e moderna. Conta quasi due milioni di abitanti, e come tutte le città di grande suggestione è attraversata da un  fiume, il Vistola. Girate per la stupenda città vecchia, perdetevi nell'intrico di viuzze che partono dalla Piazza Medievale del Mercato, e non lasciatevi sfuggire l'opportunità di percorrere in lungo e in largo la zona del Castello dell'Opera (vedi foto in alto). E' qui che vi era un tempo il Ghetto Ebraico, il più grande d'Europa, che fu completamente distrutto dai nazisti nel 1943 a seguito della rivolta dei suoi abitanti e raccontato da Roman Polanski nel film "Il pianista".

varsavia-ghetto

Gli appassionati di musica non potranno rinunciare alla visita al Museo Chopin, all'interno di Palazzo Ostrogski (al n° 1 di Okòlnik Street), ideato da architetti italiani.  

Danzica, davanti al mare

varsavia-ghetto


Al centro sul Mar Baltico, sorge il porto più importante dello Stato. Gli immensi cantieri, bellissimi da vedere e da visitare oggi sono in crisi, ma hanno recuperato una dimensione turistica in ricordo degli anni '80, quando il sindacato Solidarnosc contribuì all'uscita della Polonia dall'orbita dell'Urss. E' d'obbligo una visita all'elegante centro storico, caratterizzato da palazzi con ricche decorazioni, alcuni dei quali risalgono all'età fulgida della Lega Anseatica.

ambre-polacche

Danzica era allora conosciuta in Europa per il cosiddetto Oro del Baltico, l'ambra, che i gioiellieri lavorano tutt'oggi con grande abilità nelle botteghe della Città Vecchia a prezzo spesso interessante.  

Cracovia, culla della cultura polacca

Cracovia, in passato capitale della Polonia, attualmente detiene il ruolo di principale polo culturale, artistico e universitario del paese. E non solo: forse è la città polacca con la miglior offerta di strutture di accoglienza, e grazie ai suoi oltre 8 milioni di visitatori ogni anno è la principale meta turistica internazionale della nazione. Cuore pulsante del nucleo medioevale di Cracovia è l'immensa Piazza del Mercato (Rynek Glowny), un quadrato di 200 metri di lato, simbolo di Cracovia e fra le più grandi piazze d'Europa. La piazza, ora come in passato, è il punto nevralgico della vita pubblica, culturale, commerciale di Cracovia. Vi incanterà con i suoi caffè, le gallerie, i banchi dei fiori, le carrozze trainate dai cavalli e gli spettacoli improvvisati di musicisti ed artisti di strada.

Rynek-Glowny-cracovia

In un angolo della piazza si erge la Torre campanaria del Municipio (Wieza Ratuszowa), essa è ciò che resta del municipio costruito alla fine del XIII secolo e distrutto dagli austriaci nel 1818.

SONY DSC

La torre è inclinata di oltre 50 centimetri …. Dall'alto dei suoi 70 metri si gode un bel panorama della città. Nei sotterranei invece, dove un tempo vi erano le antiche segrete, c'è il teatro Ludowy dove si può assistere ad un bel concerto di musica classica. (Visita: maggio-ottobre 10.30 – 14 e 14.30 – 18. Costo 5 Zl)

Teatr_Ludowy

Nella piazza si trova la statua dedicata ad Adam Mickiewicz , uno dei più noti ed amati scrittori in quanto incarnazione dei sogni e degli ideali del popolo polacco. Smantellata dai nazisti nel 1940 ricomparve nuovamente nel 1955. Ai lati del monumento ci sono quattro statue simboleggianti la Patria, la Scienza, il Valore e la Poesia. Il monumento è diventato il punto d'incontro preferito dai cracoviani, soprattutto i giovani, che qui si danno appuntamento, sia di giorno che di notte.

Adam-Mickiewicz-Monument

Al centro della piazza si erge imperioso l'antico Mercato dei tessuti (Sukiennice). Costruito nel XIII secolo come centro del commercio dei tessuti, distrutto da un incendio (1555), venne ricostruito in stile rinascimentale. Nel XIX secolo assunse l'attuale forma con i portali neogotici e i mascheroni decorativi. Esso è stato il centro degli affari per circa 700 anni, qui si incontravano i mercanti che giungevano in Polonia per barattare e/o comprare merci. Al piano terra, sotto caratteristiche volte, si susseguono i negozietti di souvenir e di artigianato locale (pizzi, ricami, scacchiere in legno e marmo, gioielli in argento ed ambra).

Sukiennice-cracovia

A nord-est della piazza spicca la Chiesa-Basilica di Santa Maria (Bazylica Mariacka), chiesa gotica del XIV secolo con le sue due torri di altezze differenti (69 metri l'una ed 81 metri l'altra). Visitare questi posti, sarà un'esperienza culturale piacevole per tutta la famiglia.

Bazylica-Mariacka-cracovia

 

Cerca nel sito