Vincere i Complessi: Del troppo stress

  • 2014-03-24 18:11:51
Pochi possono vantarsi di non soffrirne in questi tempi dai ritmi frenetici e incalzanti, dove soprattutto in ambito professionale è sempre maggiore la necessità di mostrarsi efficienti e preparati: l'ansia è un "male" moderno, e genera reazioni fisiche e psicologiche.   La persona ansiosa è impaziente e irrequieta; si concentra con difficoltà o si sofferma in maniera esagerata sulle inezie, soffre di paure spesso ingiustificate, ha frequenti crisi di angoscia, non è capace di stare ferma a lungo e si stanca facilmente. Il cuore batte a ritmo accelerato, il volto impallidisce o avvampa, lo stomaco si chiude, la gola si stringe, diventa difficoltoso dormire: sono reazioni con le quali il corpo avverte la persona che è sottoposta a un'eccessiva e troppo prolungata richiesta di prestazioni, o che la prestazione che deve offrire è particolarmente impegnativa.
 
Ci sono periodi della vita particolarmente "a rischio" di ansia come la pubertà, per esempio, ma anche l'adolescenza e l'età adulta, quando si verificano cambiamenti di rilievo: matrimonio, separazione, gravidanza, menopausa, ricerca del lavoro, servizio militare, che mettono a dura prova le capacità di adattamento e rendono più fragili e maggiormente soggetti al tipo di difese sopracitate. L'ansia non è sempre negativa: essere sotto stress può aiutare a reagire, a evitare un pericolo e a migliorare. Quando è troppa, però, quando condiziona la vita, scatena il terrore di non farcela, accentua un problema, paralizza ogni iniziativa, rende incapaci di sopportare le "seccature" più semplici (come fare la coda in posta), quando in poche parole oltrepassa il limite di tolleranza, per liberarsene è necessario affidarsi allo psicoterapeuta. Le persone ansiose, inoltre, sono spaventate all'idea che gli altri possano intuire questa sofferenza, che viene vissuta acome una debolezza: in questo modo innescano un meccanismo perverso, un circolo vizioso che fa aumentare la tensione.
 

IN PRATICA

Cercare di combattere l'ansia non è facile, ma è indispensabile provarci. Ecco qualche consiglio:

1) PARLARE, spiegare senza timori i propri sentimenti, magari ironizzando un pò: così facendo, l'ansia si attenua.
 
2) IMPARARE QUALCHE TECNICA DI RILASSAMENTO, abituarsi a respirare lentamente e profondamente.
 
3) COMINCIARE A VOLERSI BENE e ad avere maggiormente cura di se stessi.
 
4) COMINCIARE UNO SPORT CHE PIACE, per liberarsi della tensione accumulata e liberare la mente da preoccupazioni e problemi.
 
5) GRATIFICARSI OGNI TANTO CON QUALCHE PICCOLA SPESA e ridere spesso
 
6) CERCARE DI DORMIRE BENE: il sonno consente di ritrovare intatte, al mattino, le energie psicofisiche.
 
7) IN UFFICIO FARE UNA PAUSA OGNI TANTO per permettere all'organismo di "scaricare" lo stress.
 
8 CERCARE DI IMMAGINARE LA PEGGIORE CONSEGUENZA CHE PUO' CAPITARE A CAUSA DI UN INSUCCESSO del quale si ha paura e che è fonte di ansia: serve a capire che a tutto c'è rimedio.
 
CON QUEST'ARTICOLO SI CHIUDE LA RUBRICA "VINCERE I COMPLESSI", CHE HA TRATTATO DALLA A ALLA Z TUTTI I TIPI DI PROBLEMI DERIVANTI DA DIFETTI FISICI E PSICOLOGICI. Spero che questo manualetto dell'autostima ti sia servito di lezione per capire che a tutto c'è SEMPRE un rimedio! ;) by Nikla  
AUTOSTIMA FEMMINILE  - Nikla.net

Cerca nel sito