Vincere i Complessi: le Mamme "CHIOCCIA"

  • 2014-03-24 19:28:00
Fa da "mamma" ai figli, al marito, agli amici... Per tutti ha una parola buona e un consiglio, si prodiga senza risparmiarsi, è piena di attenzioni. La "chioccia" ha bisogno di sentirsi indispensabile (anche se in realtà sono gli altri a essere indispensabili a lei): vorrebbe impedire agli altri di crescere per tenerli legati a sè come fossero bambini irresponsabili, per esercitare il suo "potere" psicologico, dominarli e ritagliarsi un posticino privilegiato nel loro cuore. Se non ha un buon rapporto col partner riversa amore e attenzione sui figli, e pretende da loro l'amore che non ottiene da lui: forse non ha superato la paura infantile di essere abbandonata, e teme di perdere gli affetti più cari.

IN PRATICA

Ecco alcune regole per imparare a essere meno mamme chiocce e più donne:
  • 1)   Indirizzare l'istinto materno verso associazioni di volontariato o atività benefiche.
  • 2)   Pensare all'aspetto "erotico" della situazione: una donna "chioccia" può essere apprezzata dall'uomo solo come mamma, non tanto come donna.
  • 3)   Pensare alla coppia: comprendere che in un rapporto di coppia prendersi cura del partner come se fosse un bambino può rassicurarlo e farlo sentire protetto, ma anche spingerlo a cercare altrove la passione, perchè col tempo l'attrazione e il desiderio sessuale nei suoi confronti inevitabilmente si spengono.
  • 4)   Evitare atteggiamenti iperprotettivi e consolatori nei confronti degli altri: si rischia di diventare invadenti.
  • 5)   Può essere inutile: prima o poi gli altri, proprio come i figli quando diventano adulti, sentono il bisogno di recidere l'ideale cordone ombelicale che li lega alla madre, vogliono assaporare la libertà e diventare autonomi.
  • 6)   Valutare il proprio ruolo: non dimenticare che la femminilità non si esprime solo con la maternità reale o ideale.

AUTOSTIMA FEMMINILE - Nikla.net

Cerca nel sito