Tutorial ABITI e ACCESSORI

Come disegnare le magliette

come disegnare magliette

Se siete abbastanza abili nel disegno, potreste sfruttare la vostra creatività per ottenere dei magnifici disegni personalizzati sulle magliette, per voi o come dono originale da destinare a una persona cara. Occorre dire che rispetto a qualche decennio fa, oggi è molto più facile ottenere determinate stampe rivolgendosi a negozi specializzati che sfruttano la tecnica del lettore ottico computerizzato, collegato a una stampante per tessuti. Ma non è questo ciò che ci interessa. Nel disegno artistico realizzato a mano si può apprezzare invece la consistenza dei colori e il tratto del disegnatore che denota il suo stile inconfondibile, rendendo una maglietta unica quanto rara. Tuttavia, non tutti sono abili tatuatori in grado di disegnare a mano libera al primo colpo, perciò, offriremo alcuni semplici consigli step by step, affinchè anche chi non è preciso nei tratti, sarà in grado di personalizzare al meglio la propria t-shirt.


Creamo il soggetto da ritagliare

Per prima cosa occorre creare il cartamodello del disegno. Se per esempio vi piace la stampa sulla copertina di una computisteria di scuola, basterà poggiarvi sopra un foglio di carta e ricalcare con un pennarello nero i contorni e i tratti interni. Prima di tutto però, assicuratevi che le dimensioni del disegno si adattino allo spazio in cui andremo a realizzare l’immagine. Dopo di che, ritagliamo con una forbice il modello e passiamo alla fase successiva.

Trasferiamo l’immagine sulla maglietta

Ottenuta la sagoma, poggiamola sul tessuto; ricalchiamo il contorno con una matita dalla grafite molto morbida, cercando di mantenere fermo il tutto durante l’operazione. Subito dopo ripassiamo con decisione i tratti e i particolari interni del disegno, pigiando con forza sulla punta della matita. Si otterrà il calco dell’immagine che andremo poi a colorare. A questo punto prima di passare al prossimo step, assicurarsi di mettere un pezzo di cartone spesso o una tavoletta di legno avvolta con carta da giornale, sotto la parte da trattare, per evitare che i colori oltrepassino il tessuto e impregnino la parte opposta. Stendiamo per bene il tessuto sulla tavoletta facendolo aderire da tutti i lati, bloccando eventualmente le estremità con delle pinze da carta così da evitare la formazione di pieghe o che si sposti durante la colorazione.

Colorazione

Adesso è arrivato il momento di decorare la nostra maglietta. Prima di passare definitivamente il colore è opportuno valutare la resa, testando il campione su un pezzo di stoffa dello stesso materiale della maglietta. Se ci sembra buona la consistenza, iniziamo a colorare con un pennello piccolo, in modo uniforme all’interno dei bordi, evitando sbavature; dopodichè, prendiamo un pennello più grande e rifiniamo la campitura interna.

Curare i particolari e le sfumature

Fatto il disegno, sarà opportuno curare i particolari per creare le necessarie sfumature, con ombre e punti luce, così da dare vita al disegno. Per far ciò occorrerà osservare con attenzione l’immagine originale e distribuire il colore di un tono più chiaro sulle zone colpite dalla luce, e di un tono più scuro per riprodurre le ombre. Il successo dell’impresa dipende molto dall’abilità personale, ma anche da un buon spirito di osservazione.

Rifiniamo i contorni

L’ultimo passaggio è la rifinitura dei contorni. Con un pennarello nero per tessuti andiamo a ridefinire i tratti esterni e interni della stampa e gli eventuali particolari che caratterizzano il disegno. Se malauguratamente ci capita di macchiare la t-shirt, non perdersi mai d’animo, ma diamo sfoggio alla nostra creatività! Per esempio potremmo coprire l’errore, disegnandoci sopra un fiorellino, una farfalla, apponendo una firma e via di seguito. Il nostro capolavoro è finalmente terminato, ma prima di indossare la T-shirt ricordarsi di lavare il capo a basse temperature e di asciugare e stirare al contrario.

Per concludere

Questo è solo uno dei tanti metodi utili per disegnare magliette. Si possono usare anche dei pennarelli specifici per la stoffa o trasferire le immagini stampate da fotocopiatrice laser, da carta a tessuto usando pensate, un profumatore d’ambiente, una spugnetta imbevuta d’acqua e un semplice ferro da stiro per il calco. La tecnica è simile al tatuaggio temporaneo ad acqua. Si poggia il disegno a laser capovolto sulla maglietta e fermarlo con del nastro di carta; strofinare uniformemente il tampone del profumatore sul retro del disegno. Umettare la stampa con una spugnetta di acqua e fare una seconda passata con il profumatore. Passare il ferro da stiro (temperatura “lana”) per qualche minuto sulla stampa e infine rimuovere la carta. Oltre a sprigionare un soave profumo di fiori, il disegno uscirà perfetto!

Link utili

https://www.wikihow.it/Realizzare-la-Propria-Maglietta