Preparati e cosmetici fai da te

Come smontare il water

Come sostituire il water

Smontare un water non richiede abilità particolari, chiunque può farlo, ma è pur vero che bisogna informarsi prima di mettere mano su un sanitario, onde evitare spiacevoli conseguenze. Occorre innanzitutto distinguere le ragioni che inducono a tale decisione. Se, per esempio, bisogna cambiare un tubo interno o comunque intervenire in modo capillare nella rete idrico fognaria, dove sono richieste competenze specifiche. In questo caso, è sempre meglio rivolgersi a professionisti del settore, perchè si potrebbero creare danni non solo a se stessi ma anche a terze persone, all’interno dello stesso stabile. Se invece dovete sostituire semplicemente la tazza allora la soluzione è a portata di mano. In ogni caso, è consigliabile chiudere sempre l’acqua per evitare allagamenti e tirare lo scarico per far fluire i liquidi residui. Vediamo dunque, con questa guida, come smontare il water.

Occorrono:
Pinza o chiave inglese
Cacciaviti vari
Water nuovo
Silicone trasparente antimuffa
Tasselli nuovi
Trapano (se necessario forare)
Panno morbido
Metro da carpentiere
Guarnizioni in teflon
Bulloni di fissaggio
Taglierino
Spatolina in ferro
Stucco
Prodotto disincrostante

Smontaggio del sanitario staccato dal muro

Prima di tutto, quando si andrà ad acquistare il nuovo water, assicuratevi che l’attacco idraulico sia della stessa altezza della tazza da sostituire, così da non complicarvi maggiormente il lavoro. Esistono poi diversi tipi di water, quelli classici distaccati dal muro e quelli a filo muro. A seconda della natura anatomica della vostra tazza, bisognerà intervenire in maniera differente, sia nel montaggio che nello smontaggio. Nel caso del sanitario staccato dal muro, occorrerà svitare la ghiera o allentare la guarnizione a pressione che collega il water alla canna dello sciacquone, in modo accurato e lentamente senza tirare troppo. Poi dovete svitare le viti di fissaggio che tengono fermo il water alla base, solitamente posti, uno a destra e uno a sinistra. E’ preferibile staccare con un cacciavite o un taglierino, lo spessore di silicone vecchio che tiene ancora incollato il water al pavimento, cercando di non creare danni permanenti alle mattonelle.
Infine potete piano piano staccarlo, cercando di sollevarlo, con movimenti ripetuti in avanti e indietro. Sfilato il water dal foro di scarico, possiamo appoggiare il sanitario su uno straccio, così da non rovinare il pavimento.

 

Smontaggio del sanitario a filo muro

Nel caso invece abbiate installato a muro un modello di sanitario a filo, diciamo che in generale l’operazione è la stessa, ma sarà necessario sfregare a priori il contorno del silicone dalla parete, aiutandovi con una spatolina, perché essendo attaccato al muro, questo modello prevede che si sigilli tutta la sagoma per evitare spiacevoli perdite d’acqua. E’ sicuramente più bello esteticamente, ma più fastidioso da montare. I tasselli in cui sono montate le viti di fissaggio alla base, in entrambi i modelli, se non risultano lesionati si possono riutilizzare nuovamente, a patto che la distanza dei fori del nuovo water sia la stessa. Viceversa estrarremo i tasselli dal pavimento con una pinza, stuccheremo i fori e provvederemo a farne due nuovi con il trapano, prendendo in modo preciso le misure con un metro rigido da carpentiere.

Pulizia e installazione del nuovo water

Rimossa la tazza, prima di collocare il nuovo sanitario procederemo ad un’accurata pulizia della base, avendo cura di togliere residui e incrostazioni, utilizzando se necessario un prodotto specifico e un panno morbido. Asciughiamo la zona con uno straccio asciutto.
A questo punto, cerchiamo di collocare la base del sanitario all’interno della braga, assicurandoci che aderisca alla perfezione. Procederemo dunque, inserendo il tubo curvo dello sciacquone sul retro del water, bloccandolo con l’apposita ghiera. E’ consigliabile distribuire un pò di silicone antimuffa intorno alla braga dello scarico, e altro collante nel caso si tratti del water a filo muro. Ora possiamo fissare il water a terra con le viti, avendo cura di interporre tra la ceramica ed il bullone una guarnizione in teflon per evitare danni al pavimento.
Una volta collocato il sanitario, passare un ulteriore filo di silicone trasparente attorno la base del water, aspettando di far asciugare accuratamente il collante per almeno 24 ore, evitando di tirare lo scarico o fare sollecitazioni sulla tazza.
Link utili:

Come installare un water Come scegliere un water Come Sostituire il WC senza sbagliare