Info

Come Evitare la Truffa nelle Assicurazioni Online

truffatore online

La truffa nelle assicurazioni online: consigli per evitarla

A causa della crisi, molti utenti accettano con impeto qualsiasi offerta economica RCA gli venga proposta, allettati magari dal prezzo relativamente basso rispetto la concorrenza. Negli ultimi anni, molti consumatori sono stati raggirati da quella che pareva una seria compagnia assicurativa online con tanto di marchi, numeri verdi e call center; alla fine si è scoperto che questa società era invece dedita a seriali truffe sulle assicurazioni. Tuttavia, per arginare il fenomeno in crescente ascesa, l’IVASS (Istituto di vigilanza sulle Assicurazioni) ha avviato una serie di indagini, in collaborazione con le forze di polizia, portando alla luce gli istituti fasulli che gestivano affari illeciti sul web. Ecco gli indizi di come riconoscere le compagnie assicurative.

Dritte per non cadere vittima di una truffa assicurativa

Quali sono gli indizi che identificano una falsa assicurazione

  • La compagnia fantasma dedita alle truffe assicurative solitamente risponde a questi requisiti:
    1. E’ una società estera, esistente davvero, ma non ha l’autorizzazione ad esercitare la professione sul territorio italiano, poiché non iscritta al registro delle imprese nel nostro Paese. Per giunta, il contratto stipulato con essa, non ha alcuna valenza e non offre alcuna copertura dai rischi;
    2. Per confondere il cliente, iI sito web e i contratti della compagnia sospetta, riportano realmente i loghi riconosciuti a livello internazionale, o peggio ancora, possono essere dei perfetti fax-simili taroccati.
    3. Il contratto di polizza più utilizzato nella truffa delle assicurazioni è certamente quello temporaneo, che garantisce una copertura breve da 1 giorno, a mesi (inferiore comunque a un anno).
    4. Vanta prezzi stracciati al di sotto della soglia minima, tanto da destare sospetti.

Come accertarsi prima di sottoscrivere il contratto che non si tratti di una truffa assicurativa

Una truffa sulle assicurazioni può essere smascherata in tempo reale se si svolgono precise indagini. Prima di stipulare un contratto online, accertati circa la reputazione della compagnia, e in particolare:

1. Controlla che la società in questione compaia nelle liste delle compagnie italiane ed estere, legalmente riconosciute in Italia, attraverso il sito del IVASS (https://servizi.ivass.it/RuirPubblica/ ). Compila il modulo online fornendo i dati richiesti, sopratutto il numero e la data di iscrizione al RUI (Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi). Se sprovvista di questi elementi essenziali, la compagnia potrebbe essere abusiva. Se preferisci, potresti anche rivolgerti direttamente agli operatori dell’IVASS, telefonando al numero verde 800-486661 per chiedere consigli e informazioni;

2. Se si tratta di una società estera di intermediazione del SEE (Spazio Economico Europeo), verifica dal sito ufficiale o sulla pagina Facebook che sia in possesso dell’autorizzazione a operare nel nostro Paese e che ci sia l’indirizzo di una sede operativa secondaria.

3. Tra i dati dell’azienda, è importante che compaiano: l’indirizzo di un ufficio, numero telefonico, fax, Pec.

Se manca almeno un pezzo del puzzle potreste incautamente essere vittima di una truffa da parte di un’organizzazione a delinquere. Specialmente per l’attività online, affidati a siti di intermediazione sicuri, come Facile ( https://www.facile.it/ ), Segugio ( www.segugio.it ), Sostariffe (https://www.sostariffe.it/ ), poiché trattasi di broker assicurativi regolamentati dall’IVASS ed iscritti al RUI.

Che conseguenze ci sono per l’utente se vittima di una truffa assicurativa

Gli utenti caduti nella trappola di una truffa nelle assicurazioni, in caso di sinistro:

  • 1. Si troveranno a pagare di tasca loro tutti i danni causati a cose e persone, anche se non direttamente responsabili dell’incidente;
    2. Ritiro della patente;
    3. Pagamento di tutte le sanzioni amministrative pecuniarie previste al caso, il cui valore può oscillare da 841 a 3.366 euro.
    4. Secondo il codice penale, ex art. 193 del Codice della Strada, il sequestro amministrativo del mezzo e la relativa segnalazione all’autorità giudiziaria.
    5. Si può rischiare il carcere da 6 mesi a tre anni per il reato di falsità in scrittura privata.

Ecco alcuni siti online segnalati come “truffa assicurazioni” dalle autorità amministrative

Secondo quanto riporta l’Istituto di vigilanza, nel mese di Marzo 2017 sono stati segnalati i seguenti siti-truffa:

  • 1. assitempo.it
    2. contibroker.it
    3. assicurazionibrevi.it
    4. studiobovio.com
    5. assipuntodrive.com
    6. galloassicurazioni.com

(fonte: www.assinews.it)

Sottoscrivere una finta polizza online, come abbiamo visto, è davvero molto rischioso per l’automobilista, poiché in caso di incidenti, sono previsti severi provvedimenti penali e amministrativi, oltre che sorbirsi il grave peso economico e morale del danno. La legge in questo senso, non ammette ignoranza, anche nel caso in cui fossimo stati vittime di una truffa assicurativa inconsapevolmente. Qualora tu creda di essere stato frodato, sei ancora in tempo per bloccare l’azione criminosa, sporgendo denuncia alla Polizia di Stato o ai Carabinieri e segnalare il nome della compagnia abusiva all’IVASS.